Il faentino Michael Limoni è “The Vero Bartender 2018” italiano

Non si fermano i successi per il bartender faentino Michael Limoni del Cafe del Viale. Dopo la finale al contest “Cachaça Me If You Can Italia” dello scorso marzo, arriva ora il successo al The Vero Bartender 2018 di Amaro Montenegro, in cui si è aggiudicato il primo posto in una doppia prova tra cocktail e alta cucina. La finale nazionale della competizione si è svolta lo scorso 30 ottobre alla Fonderia Napoleonica Eugenia di Milano. Il bartender romagnolo ha saputo sbaragliare con i suoi cocktail una concorrenza agguerrita e si prepara ora per la finale mondiale di Bologna del 27 novembre, dove saranno presenti più di dieci nazioni da tutto il mondo. In palio, un viaggio a Brooklyn nel giugno prossimo all’evento Bar Covenant, uno degli eventi di settore più importanti al mondo.

Mixology e alta gastronomia

Michael Limoni - The Vero Bartender 2018
Michael Limoni – The Vero Bartender 2018

Prima di arrivare alla finale milanese, Michael Limoni ha dovuto superare una selezione iniziale tra più di quattrocento ricette, da cui ne sono state selezionate quaranta per il passaggio alle Audizioni. Qui sono stati scelti sei finalisti provenienti da tutta Italia, tra cui il bartender del Caffè del Viale. Nella serata milanese, i sei si sono sfidati a colpi di cocktail con una difficoltà in più: unire l’arte della mixology all’alta gastronomia. Nella prima prova, il Monte Anelavo di Michael è riuscito a sorprendere tutti con la tecnica utilizzata per la preparazione: un doppio throwing realizzato grazie a uno speciale attrezzo congegnato su misura da un artigiano. Nella prova conclusiva della “Secret Box”, ad ogni finalista è stata consegnata una scatola contenente una ricetta realizzata ad hoc dallo chef Christian Costardi, i cui ingredienti si rifacevano agli elementi della cucina regionale italiana con una o più erbe aromatiche alla base di Amaro Montenegro. I contendenti si sono ispirati a questo piatto per realizzare drink originali, utilizzando gli ingredienti disponibili in un apposito corner shop.

The Red Bitter Redemption: il cocktail della vittoria finale

Per la preparazione del suo cocktail The Red Bitter Redemption, Michael Limoni si è ispirato al “profumo e al ricordo del mare, con l’Amaro che dona al drink un’inconfondibile parte aromatica e decisa”. Il suo è un drink pensato per preparare il palato alla degustazione del piatto proposto da Chef Christian Costardi, il Gambero Rosso di Mazara del Vallo e i Suoi Agrumi. Questa la ricetta vincitrice: 25 ml passata di pomodoro, 20 ml spremuta d’arancia, 20 ml brodo di arancia (realizzato da chef Costardi), 20 ml ron bianco Matusalem, 35 ml Amaro Montenegro. Il tutto shakerato e filtrato a dovere (double strain) con due gocce di Angostura Orange Bitters e una scorzetta d’arancia. Complimenti al bartender faentino e attendiamo ora l’esito della finale mondiale del 27 novembre.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.