Torna a Faenza il Mercatino dei ragazzi

Si contratta, si vende, si scambiano vecchi giocattoli e si trova il fumetto che da tempo mancava nella nostra collezione. Prende il via giovedì 7 luglio, in piazza del Popolo di Faenza la trentacinquesima edizione del Mercatino dei Ragazzi, una vera e propria occasione per i bambini dai 6 ai 14 anni di improvvisarsi – giocando – venditori guadagnando un po’ di soldi da investire per l’estate o per trovare nuovi giocattoli. L’appuntamento, che si terrà tutti i giovedì di luglio, avrà inizio alle ore 18:30 per concludersi alle 22:30.

Divertirsi e guadagnare riciclando i propri giochi

Un momento d’incontro e di gioco nel quale si svolge un libero scambio ed una offerta di oggetti usati di piccolo valore come giocattoli, giornalini, accessori vari per bambini. L’attività non deve configurarsi come un’attività commerciale a scopo di lucro: sono, infatti, tassativamente vietati lo scambio, l’offerta, l’esposizione e la vendita di oggetti con prezzi superiori ai 50 euro e comunque non destinati o non indicati per bambini e ragazzi, quali abbigliamento di qualsiasi genere e tipo (indumenti, scarpe, accessori), generi alimentari, animali, fiori freschi e secchi, piante, merci nuove, biciclette (ad eccezione dei piccoli modelli per l’infanzia), e materiali elettronici (è possibile esporre un solo oggetto).

Il Mercatino dei Ragazzi è organizzato dall’Avis

Invito all’essenzialità: lo spazio occupato da ogni singolo espositore non deve superare i cinque metri quadrati e il regolamento della manifestazione vieta l’uso di impianti fonici o musicali e l’installazione di strutture quali tende, gazebo, tavoli o altro. Al Mercatino dei Ragazzi possono partecipare esclusivamente ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni, accompagnati o assistiti da almeno una persona di età superiore a 18 anni. La loro partecipazione è vincolata alla iscrizione per l’assegnazione del box numerato, che sarà possibile a partire dalle ore 17 delle stesse giornate in cui si svolgeranno i mercatini, presso il gazebo dell’Avis, organizzatore dell’evento in collaborazione con l’amministrazione comunale..

Rispondi