Riconoscimento nazionale al Mei per la sua attività di inclusione sociale

Si sono tenuti a Napoli con grande successo i due giorni degli Stati Generali della Musica Emergente, coordinati da Giordano Sangiorgi del Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, insieme all’Universita’ Federico II e a Discodays e al Movimento Napule’s Power e Suoni Giovani dal Sud con il patrocinio del Comune di Napoli, l’Anci, la Siae, il Nuovo Imaie e l’Agenzia Nazionale Giovani.

Il riconoscimento durante gli Stati Generali della Musica emergente

Oltre 250 adesioni, tra le quali si segnalano la Regione Emilia–Romagna, la Regione Lazio, il Comune di Milano e la Campania Music Commission, tra i tanti, oltre al Ministero della Cultura francese, con oltre 50 interventi, oltre 50 artisti con due sold out e un dibattito pieno di operatori e artisti di grande rilievo. Un successo che ha portato il Mei di Faenza a confermarsi, dopo le tappe di Milano e Roma, il leader e portavoce delle startup musicali giovani e innovative del nostro paese.

In tale occasione, un importante riconoscimento nazionale del ruolo del Mei verso i suoi 25 anni. L’Agenzia Nazionale Giovani della Presidenza del Consiglio riconosce al Mei e ai suoi eventi grazie alla musica il ruolo di potente promotore di inclusione sociale tra i giovani. Un riconoscimento istituzionale di grande rilievo per il Mei che ha riscosso grande successo a Napoli e che ora si mette al lavoro per la Festa della Musica a Matera, Capitale Europea della Cultura, e per il Mei 25 che arriva a Faenza dal 4 al 6 ottobre.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.