Al Mei 2017 si aggiungono i nomi di Ermal Meta e Modena City Ramblers

Continuano a  completarsi i tasselli che comporranno il variegato mosaico del Mei 2017 che si terrà a Faenza dal 28 settembre all’1 ottobre. Ai nomi già noti di Brunori Sas e Skiantos si aggiungono quelli di Ermal Meta, presente nella mattinata di giovedì 28 settembre all’istituto Percolino Strocchi, e i Modena City Ramblers, che suoneranno sabato 30 in piazza del Popolo. Lo scorso anno il Mei è stato capace di attrarre a Faenza, nel corso di quattro giorni, oltre 30mila presenze a Faenza, roccaforte del meeting fin dal 1995 – prima con il nome di Festival delle Autoproduzioni – e poi Mei dal 1997.

Ermal Meta all’istituto Strocchi di Faenza il 28 settembre

Il cantautore Ermal Meta sarà presente giovedì 28 settembre alle ore 11 all’istituto Strocchi in via Medaglie d’Oro , intervistato da Cristina Zoppa e premiato dal Mei. La mattinata, aperta agli studenti, ai dirigenti e ai professori, avrà la partecipazione della web radio dell’Unione della Romagna faentina.

Ermal Meta nella serata finale del Festival di Sanremo 2017 si è classificato al terzo posto, vincendo inoltre il Premio della Critica “Mia Martini”. A due settimane dalla manifestazione sanremese, Vietato morire è salito al primo posto degli album più venduti in Italia. Un artista che ha già intrecciato la sua carriera con il Mei: dieci anni fa invece, la band di Meta “La Fame di Camilla” è stata premiata con il Demo Awards di Radio Rai Uno, e successivamente nel 2009 è stata insignita del premio di miglior band emergente del Mei. Inoltre, nel giugno del 2010, la band di Meta ha suonato in piazza Nenni per la finale di Faenza Rock.

Al concerto in piazza anche i Modena City Ramblers

Anche quest’anno la città romagnola si trasformerà nel punto di riferimento della scena indipendente italiana, contenitore di spunti, confronti e – ovviamente – musica dal vivo. Non solo la festa per i 40 anni degli Skiantos accompagnati da Omar Pedrini. Sul palco di piazza del Popolo, a partire dalle ore 20, si succederanno le band Canova, Banda Rulli Frulli e i Modena City Ramblers.

I Modena City Ramblers sono un gruppo musicale italiano nato nel 1991. Autodefiniscono il loro genere musicale come combat folk, dichiarando sin dall’esordio un amore incondizionato per il folk irlandese, le cui sonorità rimangono anche dopo l’influenza di altri generi, in particolare il rock con contaminazioni punk.

L’attuale formazione è composta da Davide “Dudu” Morandi (dal 2006): voce, chitarra acustica, chitarra elettrica, banjo, glockenspiel, basso elettrico, armonica a bocca; Massimo “Ice” Ghiacci (dal 1992): basso elettrico ed acustico, contrabbasso, tea-chest bass, sassofono[43], voce e cori, chitarra acustica, balalaika; Franco D’Aniello (dal 1991): flauto, tin whistle, tromba, sassofono, cori, chitarra acustica, glockenspiel, percussioni; Francesco “Fry” Moneti (dal 1996): chitarra acustica ed elettrica, chitarra baritona, violino acustico ed elettrico, violino indiano, banjo, oud, mandolino, cori, voce; Roberto “Robby” Zeno (dal 1994): batteria, percussioni, cori, mandolino, chitarra acustica, pianoforte, basso; Leonardo “Leo” Sgavetti (dal 2008): fisarmonica, pianoforte, organo, organo hammond, clavinet, vibrafono; Luca Serio Bertolini (dal 2009): voce e cori, chitarra acustica.

 

Rispondi