In 67 attivisti cattolici firmano un manifesto a favore di Massimo Isola

Un manifesto, sottoscritto da 67 firmatari impegnati e provenienti a vario titolo da associazioni di ispirazione cristiana, a favore del progetto indicato dal centrosinistra che propone come candidato sindaco Massimo Isola. E’ stato presentato lunedì 7 settembre il documento che afferma: «Pur rispettando il legittimo pluralismo delle scelte, noi riteniamo che la coalizione di centro-sinistra guidata da Massimo Isola, persona che ha già dimostrato competenza e affidabilità amministrativa, sia maggiormente rispondente ai valori cristiani in cui crediamo». Tra i firmatari del documento, diversi volti noti dell’attivismo cattolico come Elio Ferri, Domenico Tramonti, Giorgio Gualdrini, il prof. Everardo Minardi e Rosa Alba Rafuzzi; tutte personalità comunque non candidate nelle liste di questa tornata elettorale.

«Siamo tutti cattolici democratici impegnati nel sociale con una propria autonomia di pensiero – specificano i promotori – e ci interessa il bene comune e la coesione sociale della nostra città. Riteniamo il programma del centrosinistra animato da una visione di futuro della società più vicina ai nostri valori».

Il Manifesto “Noi sostenitori cristiano al fianco di Massimo Isola”

«Senza un forte impegno comune per garantire un autentico equilibrio sociale a soffrire di più saranno gli anziani, i disabili, i disoccupati, i giovani che non potranno continuare gli studi, in sostanza tutte le componenti più fragili della società – si legge nel documento – Dopo la ricostruzione e fin dalla liberazione dal nazi-fascismo, per 70 anni questo equilibrio è stato ricercato dalle diverse amministrazioni comunali pur nella diversità delle ispirazioni ideali che le animavano, non escluse quelle dei cattolici democratici che, senza esibire pubblicamente crocifissi o corone del rosario, hanno cercato di migliorare le condizioni di vita dei cittadini attraverso il dialogo, il confronto, l’ascolto e l’impegno operativo».

«Noi crediamo in una progettualità con una visione per il futuro che si fondi su valori importanti come il lavoro e la sua dignità, la solidarietà, il rispetto della persona nei suoi diritti e doveri, la sussidiarietà, l’equità, la coesione sociale, il diritto alla vita, il bene comune, le politiche a sostegno delle famiglie, la tutela dell’ambiente naturale, una seria politica dell’accoglienza e dell’integrazione (come fortemente auspicato da papa Francesco anche in ordine alla pratica di un proficuo dialogo interreligioso). Per questi motivi non possiamo stare dalla parte di una coalizione nella quale è presente e attivo chi fa un uso strumentale della religione, istiga divisioni e paure, proclama il sovranismo ed esprime idee ostili agli stranieri sostenendo un candidato che fino a ieri agiva in una compagine amministrativa ispirata a valori diversi. La coerenza è per noi un valore fondamentale».

I 67 sottoscrittori

Alberghi Luca, Alberghi Luigi, Babini Paola, Babini Vilma, Baldassari Paolo, Bandini Annarosa, Bandini Giovanni, Bandini Pietro (Quinzan), Bedeschi Maria Teresa, Berdondini Franco, Bettoli Pier Giorgio, Brondino Giovanna, Cappelli Piero, Casanova Gabriella, Casanova Sandra, Cimatti Iside, Cortesi Graziella, Dal Borgo Giuliano, Dalle Fabbriche Cesare, Di Fiore Maria Teresa, Diversi Domenico Luciano, Donati Cesare, Dotti Michele, Ferri Elio, Ferri Federica, Ferri Michela, Ferri Pier Nicola, Gatti Giuseppe, Geminiani Rita, Ghetti Luca, Ghetti Mauro, Giama Omar, Graziani Monica, Gualdrini Giorgio, Gurioli Mario, Laghi Pier Domenico, Lasi Francesco, Mammini Domenica (Lia), Martini Pierpaolo, Mazzotti Giovanni, Mercatali Gabriella, Minardi Everardo, Montanari Pierino, Nenni Andrea, Nenni Luca, Nonni Antonio, Pezzi Loretta, Prati Antonello, Rafuzzi Rosa Alba, Ravaioli Silvano, Ravaioli Vittorio, Reggi Caterina, Reggi Clelia, Ricci Bitti Pio, Sarchielli Guido, Sartoni Giovanni, Scardovi Angela, Scardovi Sisto, Silimbani Anna, Solaroli Massimo (1959), Solaroli Simone, Tramonti Domenico, Tura Nerio, Valenti Marcello, Visani Oriana, Zinzani Vilma, Zoli Angelo.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.