Luca Cavallari nuovo presidente di Faventia Sales

Cambio al vertice di Faventia Sales, la società che gestisce il Complesso ex Salesiani di Faenza con l’obiettivo di valorizzarlo e metterlo a disposizione della comunità. Il Consiglio di Amministrazione ha fatto una scelta di continuità nominando l’ingegner Luca Cavallari nuovo presidente che prende il posto di Andrea Fabbri, recentemente diventato vicesindaco di Faenza. La vicepresidenza, finora ricoperta proprio da Cavallari, nella stessa seduta è stata affidata all’avvocato Mattia Cornazzani. «Se oggi possiamo contare su un complesso quasi completamente restaurato e restituito alla città dobbiamo ringraziare anche chi mi ha preceduto – dichiara Luca Cavallari -. Per questo voglio innanzitutto ringraziare Andrea Fabbri per il suo operato, che io cercherò di portare avanti con il massimo dell’impegno. Grazie inoltre al Consiglio di Amministrazione per il voto e la fiducia, grazie ai soci: il Comune di Faenza, la Fondazione Banca del Monte, Credit Agricole, la Diocesi di Faenza Modigliana, e in particolare a Mattia Cornazzani per aver accettato l’incarico di vicepresidente». Proprio per l’imminente nomina, Luca Cavallari aveva rinunciato nelle scorse settimane al ruolo di consigliere comunale, eletto all’interno della lista Faenza Cresce. 

Vice presidente di Faventia Sales Mattia Cornazzani

Tanti i progetti in programma per il complesso di Faventia Sales, come spiega il neo presidente: «Abbiamo intenzione di terminare la ristrutturazione del Complesso con il restauro del teatro e della chiesa, che saranno messi a disposizione di associazioni e realtà del territorio. Inoltre, vogliamo rivalutare le aree esterne, restituendo alla cittadinanza la piazza in cui sarà possibile svolgere eventi culturali, formativi, sportivi, educativi e commerciali. L’esempio di iniziative che hanno riscontrato un grande successo, come il Post Talk, il Calciotto, Music Bridge, il workshop di architettura insieme all’Università di Ferrara, ci spinge non solo a continuare su questa linea, ma anzi ad aumentare l’utilizzo degli spazi del Complesso».

Cavallari: “Vogliamo proseguire la valorizzazione del Complesso ex Salesiani, ma anche di altre patrimoni”

Faventia Sales ospita anche alcuni corsi di laurea dell’Università di Bologna e anche su questo i progetti del presidente Cavallari sono chiari: «Vogliamo ampliare l’offerta a servizio degli studenti per utilizzare sempre più questi spazi come luogo di studio sia per studenti iscritti alle facoltà che hanno sede nel Complesso che per gli studenti esterni che vogliono approfittare dei nostri spazi, aumentando così le possibilità già offerte dalla biblioteca comunale e dalla biblioteca Cardinale Cicognani del Seminario soprattutto in questo periodo».

In occasione di questo passaggio di testimone al vertice di Faventia Sales, Andrea Fabbri vuole salutare tutto il Consiglio di Amministrazione e i soci. «Guidare Faventia Sales è stato un onore, è stato un impegno molto sentito verso tutta la comunità – commenta Andrea Fabbri -. Ci eravamo presi un impegno: mettere a disposizione dei faentini un luogo aperto, sicuro, disponibile per tutti. Il progetto non è ancora concluso, ma a distanza di qualche anno posso dire che ci siamo riusciti. Un bellissimo capitolo è giunto al termine, ma so di lasciare Faventia Sales e i suoi luoghi in ottime mani, con le competenze giuste adeguate al raggiungimento delle prossime sfide. Voglio augurare a tutti il mio personale in bocca al lupo per i progetti futuri».

Non saranno solo i luoghi di Faventia Sales a essere interessati da progetti futuri. «Come richiesto nell’ultima assemblea dei soci – spiega Luca Cavallari – la società ha l’obiettivo mettere a disposizione il proprio know-how per ristrutturare altre parti del patrimonio pubblico e privato di proprietà dei soci allo scopo di restituire ulteriori spazi alla cittadinanza, recuperando zone degradate anche del centro storico e garantendo così una maggior sicurezza».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.