Let’s Go! Il progetto di inglese cooperativo e itinerante per i piccoli faentini

Imparare l’inglese divertendosi, anzi cooperando. Questa è la proposta di “Let’s Go!”, un progetto che coinvolge i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie della città alla scoperta dei principali monumenti e luoghi d’interesse di Faenza con un approccio innovativo basato sulla cooperazione e orientato alla cittadinanza attiva. Il progetto nasce da un’idea della pedagogista Martina Tarlazzi – da febbraio assessore del Comune di Solarolo – che già da anni propone nel territorio progetti incentrati orientati all’inclusione scolastica, sociale e laboratori sulla cura del sé, veri e propri viaggi tra la conoscenza del proprio corpo e la scoperta della bellezza. Assieme a lei il progetto è stato scritto e ideato dalla guida turistica e attrice teatrale Veronica Drei.

Dal gioco cooperativo all’ascolto attivo: un nuovo modo di imparare l’inglese

L’obiettivo dell’iniziativa – avviata tramite il contributo dell’associazione Giovanni dalle Fabbriche – è educare i bambini alla cooperazione nell’apprendimento, coinvolgendoli ad arrivare assieme alla meta. I bambini diventano così i reali protagonisti del percorso di scoperta della città: gli obiettivi didattici della lingua inglese, calibrati a seconda dell’età degli studenti, vengono trasmessi loro attraverso il gioco cooperativo, il dialogo con i pari, la drammatizzazione e l’ascolto attivo.

La guida del percorso è Miss Marple, interpretata da Veronica Drei, che con l’aiuto di burattini di pezza che parlano solo in inglese, accompagna i bambini in una caccia al tesoro di gruppo che li porterà alla scoperta di luoghi d’interesse della città come la fontana, la torre dell’orologio e il palazzo comunale. Il progetto è disponibile per le scuole del territorio faentino ma anche per gruppi di privati che vogliono far provare questa esperienza ai propri bambini, sia al mattino che in orario pomeridiano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.