Un’estate di volontariato: per i ragazzi dai 14 ai 19 anni torna “Lavori in Unione”

Vivere un’estate diversa del solito dedicando parte delle proprie vacanze a conoscere le realtà di volontariato del territorio e mettendosi in gioco in prima persona. Anche quest’anno torna l’iniziativa “Lavori in Unione”, progetto dell’Unione della Romagna faentina rivolto ai ragazzi e alle ragazze dai 14 ai 19 anni, che vuole offrire l’opportunità ai giovani delle superiori di sperimentarsi in un’attività a favore della comunità. Il progetto è strutturato in percorsi di due o più settimane in cui i ragazzi e le ragazze, dopo una breve formazione, potranno inserirsi in specifiche attività di volontariato che vanno dalla cura degli orti all’animazione agli anziani e laboratori per bambini: l’anno scorso in tutto sono stati coinvolti 198 giovani. Ogni percorso prevede la presenza di un tutor che affiancherà i volontari. A tutti i ragazzi e alle ragazze di III e IV superiore verrà rilasciato un attestato di frequenza valido per i crediti formativi scolastici.

Lavori in Unione: l’anno scorso coinvolti 198 giovani

Cooperative sociali, associazioni ed enti pubblici: diverse le realtà che anche quest’anno hanno dato la propria disponibilità a coinvolgere questi ragazzi. «È un progetto di grande valore – dichiara Simona Sangiorgi, assessore alle Politiche giovanili – al di là delle specifiche attività, i ragazzi imparano ad apprezzare dal vivo il mondo del volontariato, del fare qualcosa gratuitamente per gli altri. Si impara inoltre a lavorare con gli altri, facendo squadra e coltivando il valore della relazione». In regalo i partecipanti avranno una maglietta personalizzata del progetto e un gadget auricolare bluetooth.

Le iscrizioni a partire dal 27 maggio 2019

I ragazzi potranno iscriversi a partire da lunedì 27 maggio: i progetti si svilupperanno lungo tutto il corso dell’estate fino a settembre. Tra le proposte del Comune di Faenza: “Barattiamo il nostro tempo!”, organizzazione della Fiera del Baratto e del Rusco; “Cre San Marco” e “Cre San Terenzio”, attività ricreative di studio per bambini; “Artistation Summer Camp”, attività ricreative legate allo sport, la musica, il teatro, la lingua inglese; “Opplà” di Errano, attività ricreative per bambini; “Estate da indiani”, attività ricreativa e di studio per bambini; “Impariamo l’italiano all’aria aperta”, laboratorio di italiano per bambini stranieri; “Estate al Podere Cimbalona”, attività legate alla cura degli orti; “Favoriamo il riuso”, attività di riciclo del Comitato d’Amicizia; “A servizio delle mamme”, sostegno alle volontarie del Cav; “Insieme all’aria aperta… ci piace!”, attività ricreative con anziani; “Vieni con Avulss a portare il tuo sorriso”, percorsi nei luoghi dell’associazione; “Un faro per tutti”, animazione con persone con disabilità intellettiva; “Giovani bibliotecari all’opera”, allestimento degli spazi nelle biblioteche del faentino.

Per info e iscrizioni: Informagiovani – piazza Nenni (già Molinella), Faenza – t. 0546 691878 (lun. e ven. 10-12, merc. 15-17) oppure Centro per le famiglie – via San Giovanni Bosco 1, Faenza – t. 0546.691871 – 691872 (lun.-ven. 8.30-13.30).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.