Illimity Bank acquisisce il 70% di It Auction: nel 2018 la realtà faentina registra un utile da 1,2 mln

L’innovazione che passa anche da Faenza e che crea sinergie importanti con altri player nazionali. Illimity Bank, l’istituto bancario fondato da Corrado Passera, comunica che martedì 25 maggio 2019 ha sottoscritto un accordo finalizzato all’acquisizione di una quota di maggioranza del capitale sociale di It Auction, operatore con sede a Faenza specializzato nella gestione e commercializzazione di beni immobili e strumentali provenienti da procedure concorsuali ed esecuzioni immobiliari attraverso il proprio network di piattaforme/aste online e una rete di professionisti dislocati su tutto il territorio italiano. Con questo accordo, Illimity sosterrà l’ampliamento e l’ulteriore sviluppo della platea di riferimento di It Auction che continuerà a operare sul mercato con il proprio efficace e trasparente modello di business.

Un accordo da 10,5 mln di euro: closing dell’operazione entro il 2019

Nel dettaglio, l’accordo prevede l’acquisizione del 70% del capitale sociale di It Auction per un controvalore di 10,5 milioni di euro. Il closing dell’operazione, previsto entro il 2019, è subordinato tra l’altro alla preventiva autorizzazione dell’Autorità di Vigilanza, nonché alla positiva verifica delle altre condizioni sospensive, standard per questa tipologia di operazioni, previste dall’accordo. Il restante 30% di It Auction resterà detenuto dagli attuali soci, tra cui il top management della stessa società che resterà in azienda per l’esecuzione del piano industriale. Illimity potrà acquistare tale ulteriore partecipazione al verificarsi di determinate circostanze secondo meccanismi concordati tra le parti nella logica dell’allineamento degli interessi al raggiungimento degli obiettivi di piano e alla massimizzazione del valore.

It Auction: punto di riferimento delle aste online, 500mila compratori coinvolti finora

It Auction, operativa dal 2011, collabora oggi stabilmente con oltre 110 tribunali italiani, più di 1.500 professionisti e numerose società di leasing, risultando il punto di riferimento per oltre 500mila compratori in Italia e all’estero. Nell’anno 2018 ha registrato, attraverso il proprio network di piattaforme online, oltre 16 milioni di visite e ha gestito circa 48mila aste, per un controvalore complessivo di beni ceduti di oltre 200 milioni di euro, raggiungendo ricavi lordi consolidati per 10 milioni di euro e un Ebitda di 2,1 milioni di euro. La società, che ad oggi ha in gestione attivi per un controvalore di 1,4 miliardi di euro, ha chiuso il 2018 con un patrimonio netto di circa 2 milioni di euro e un utile netto di 1,2 milioni di euro. La società, con sede a Faenza, conta su un team di oltre 100 risorse, inclusa una rete commerciale di 35 collaboratori presenti su tutto il territorio nazionale. «In pochi anni IT Auction è cresciuta rapidamente e in modo sostenibile attraverso un modello di business che punta alla valorizzazione trasparente dei beni attraverso le aste online – ha dichiarato Renato Ciccarelli, fondatore di It Auction – L’operazione di oggi rappresenta una nuova importante tappa della nostra storia e sono particolarmente orgoglioso di realizzarla con un partner come Illimity, startup innovativa che ha già saputo affermarsi con successo sul mercato. L’alleanza che nasce oggi ci consentirà di lavorare insieme per raggiungere nuovi importanti traguardi sul mercato».

Illimity Bank: “Potremo attivare importanti sinergia di scala”

L’acquisizione di It Auction permetterà alla Banca di beneficiare di significative sinergie. Da un lato potrà infatti internalizzare parte dei margini di commissioni dovute nell’ambito dell’attività di cessione dei beni, e dall’altro potrà beneficiare di minori costi di facility management. Illimity potrà inoltre integrare nel proprio sistema originale e proprietario di pricing Npl, ulteriori competenze e dati specifici su tempi e costi connessi alla valorizzazione dei diversi beni immobiliari e strumentali.«L’operazione mira a garantire una posizione di leadership nel mercato dei crediti deteriorati – ha dichiarato Andrea Clamer, responsabile divisione Npl Investment & Servicing di Illimity – e ci permetterà di coprire l’intera catena del valore, dall’underwriting al servicing dei crediti fino alla valorizzazione e al re-marketing degli asset sottostanti. Potremo attivare importanti sinergie ed economie di scala, aumentando la trasparenza e l’efficienza della gestione dei crediti acquistati e massimizzando il valore dei beni immobili e strumentali a garanzia. Con questa acquisizione nasce quindi in Italia il primo servicer specializzato in crediti corporate con una gestione end to end della posizione».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.