Iniziativa social #iorestoacasaefacciocose: raccolti 4.500 euro per la Croce Rossa di Faenza

Si è conclusa con grande successo la campagna artistica e solidale di #iorestoacasaefacciocose a cura di Lorena Cimatti, Giordano Sangiorgi, Claudia Bellini, Emanuele Visani e Mattia Verbeni: sono stati raccolti 4.500 euro per la Croce Rossa di Faenza per contrastare il Coronavirus e complessivamente hanno aderito circa 50 tra realtà musicali e artistiche e singoli cittadini, tra i quali ben 30 progetti musicali del territorio. «Grazie a tutti questi si è raggiunto questo successo – dichiarano i promotori – e con tutti questi appena sarà possibile faremo un grande evento dal vivo per ringraziare tutti e ritrovarci tutti insieme sempre per un progetto di musica, arte, cultura e solidarietà, magari come Anteprima del prossimo Mei 25 del primo week end di ottobre 2020». Tutti quelli che hanno aderito hanno inviato un video saluto di qualche minuto con l’invito a restare in casa e segnalaci una o più delle attività quotidiane che svolgi in modo da fornire un suggerimento per impiegare il tempo in queste lunghe giornate creando un archivio soprattutto di progetti musicali del territorio di grande valore. I video sono stati poi montati e il risultato finale è stato pubblicato sulla pagina social di Sei di Faenza se, Faenza Aperta, Casa della Musica di Faenza e su tutte le altre pagine che hanno aderito con grande successo.

#iorestoacasaefacciocose: gli aderenti all’iniziativa

Tra gli artisti hanno aderito Francesco Chiari con Romagna Mia e altri trenta artisti, le Onde Radio, Giorgio, il bassista dei Cobra, il batterista Giampaolo Zauli, Raffaello Bellavista & Serena Gentilini, Work in Progress di Bruno Ponti, il progetto ODM di Pape Gurioli, Michele Soglia, il duo al femminile delle Babylon, Quinzan, il chitarrista rock Cristian Cicci Bagnoli, il pianista Fabio Fornaciari, la cantante Maria Claudia Bergantin, il musicista Giovanni Ferro, la cantante Maria Concetta Cossa, le band Alter Ego e MoMa, la cantante Ottavia Sisti, Gaetano Barbarito con il Trio Italiano, il pianista e cantante Gabriele Bertozzi, il cantante Marco Bertaccini, il dj Barnaba, il tastierista Andrea Sarneri, il chitarrista e cantante Marco Boldrin, le band Neither, Easy Pop e The Closer e le cantanti Jennifer Turri e Giulia Toschi. Tra gli scrittori ha aderito Fabio Mongardi, tra gli attori la compagnia teatrale Menoventi. Tantissimi i cittadini che hanno dato il loro contributo come Heide Wilm, Antonella Catalano, Vanessa Venturelli, Alex Muscolino Valbruccioli, Valentina Foresti, Andrea Ettore Ricci, Andrea Perrone, Ornella Moscatiello, Marco Grilanda e lo chef Francesco Vitucci.

«Desideriamo ricordare – proseguono i promotori – che ancora in questo momento è importante stare a casa fino al 3 maggio e ha un valore sociale e civile assoluto per tutta la nostra comunità ed è la cura primaria; è infine la miglior azione possibile per il contenimento del contagio da coronavirus che dovremo contrastare ancora per un periodo di alcune settimane. Per questo, anche a Faenza e nei Comuni dell’Unione Romagna Faentina è importante stare a casa, salvo tutte le esigenze necessarie naturalmente ammesse dalla legge, e fare tutto ciò che si può fare nel proprio domicilio».

Come continuare a donare

Se volete potete comunque proseguire ad aiutare in questo momento:

Satispay

CRI comitato di Faenza

Bonifici

Iban: IT 10 W 08542 23700 000000247159

Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese

Causale:Donazione per Emergenza COVID-19

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.