Indie rock: la band faentina Moma lancia il nuovo album “The Breath Of A Whale”

La band indie rock faentina MoMa annuncia venerdì 10 settembre 2021 l’uscita del nuovo attesissimo album “The Breath Of A Whale”. “Questo album – commenta la band – racchiude nove brani il cui ‘fil rouge’ è la ricerca di soluzioni per reagire a un momento storico e biografico impegnativo e complesso. Davanti a pandemie, cambiamenti climatici, sogni mancati ed invecchiamento si evoca simbolicamente la protezione di una creatura misteriosa e maestosa: una balena con il suo perpetuo inabissarsi e risalire guidato dal respiro. Attraversare queste prove è un po’ come entrare nella pancia di una balena, confidando di uscirne trasformati e migliori”.

Ordina subito la tua copia di “The Breath Of A Whale” qui: https://momamusica.bandcamp.com/releases

Il terzo singolo dell’album

Per rendere questo giorno ancora più speciale i MoMa presentano il terzo singolo intitolato ‘Just a Little Love’ (https://youtu.be/dghWEUzMN5o). “E’ una canzone, con rime in sequenza – spiega la band – che elenca i benefici effetti del fare l’amore con la persona amata: dalla profondità delle parole che si riescono a dire alla capacità di diffondere gioia nel mondo che ti circonda. La struttura musicale, piuttosto lineare, è cadenzata con alcune variazioni sul tema melodico principale, lo stile è rock con sfumature punk. ‘10 o più buone ragioni ci sono, tesoro, 10 buone ragioni abbiamo per fare l’amore’”.

Nel 2020 i MoMa hanno registrato il nuovo album “The Breath Of A Whale” alle ExCantine Studio di Imola; il mix è stato curato da Simone Casadio Pirazzoli, mentre la masterizzazione da Giovanni Versari (La Maestà Mastering). L’artwork è stato realizzato da Alain Cancilleri. Le illustrazioni che formano il progetto grafico sono state pensate per creare suggestioni che rimandano, con uno stile poetico e leggero, ai testi delle canzoni, senza voler essere didascaliche. L’atmosfera impressionistica lascia libertà di interpretazione a chi sfoglia il libretto in un’atmosfera di intimità. Anche la tecnica è semplice, matita e acrilico e montaggio al computer.

La tracklist di “The Breath Of A Whale”

1. Liz&I
2. Addicted
3. We Never Wanted
4. Broken Dream
5. I’m A Star Tonight
6. Alchemy Straw
7. Just A Little Love
8. Rain In Summer
9. C’mon Faith

Una band socialmente ed ecologicamente impegnata

I MoMa (Marcello Valenti – voce; Maurizio Morsiani – chitarre; Alessandro Bozza – basso; Andrea Rossi – batteria), nati a Faenza nel 2011, partono dalle sonorità britanniche dei Beatles e dei The Smiths, per poi lasciarsi ispirare anche dal sound più folk, progressive e punk proprio delle grandi band che hanno segnato le decadi musicali dagli anni Sessanta ai Novanta – Radiohead, Stone Roses, U2 tra gli altri – dando così vita ad un mix dei diversi background di ciascun componente del gruppo. Amano ambientare la loro musica in sfondi immaginari e fantastici e la loro passione per il teatro emerge incessantemente nei loro spettacoli dal vivo.

Dai suoni acustici del primo lavoro “Linked To The Stars” (2013) si passa all’atmosfera elettrica del successivo album “A Permanent State Of Transition” (AreaSonica, 2016), riconfermata e integrata con l’uso dell’elettronica nel successivo “The Breath Of A Whale”, un lavoro maturo che mette in mostra ancora come i MoMa siano una band socialmente ed ecologicamente impegnata.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.