Dati diossine: il commento del sindaco Malpezzi

Nel primo pomeriggio di martedì 13 agosto sono stati pubblicati i dati sulla concentrazione di diossine, metalli e idrocarburi presenti nell’aria a seguito dell’incendio avvenuto alla Lotras System di Faenza. I dati, che possono essere letti in maniera approfondita a questo link, descrivono una situazione in cui aumentano valori di diossina, ma in modo contenuto e, soprattutto, sono già in diminuzione. L’esisto dei dati è stato pubblicato anche a mezzo della pagina facebook del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi. Nei commenti diversi faentini hanno chiesto ulteriori spiegazioni e approfondimenti sulle modalità operative e sulla qualità delle analisi.

 

Sindaco Malpezzi, l’incendio alla Lotras System è un evento grave per tutta la città, cosa è successo nelle prime ore?

“Non appena lanciato l’allarme, abbiamo attivato il Centro Operativo Comuncale (COC) e gestito l’emergenza nell’urgenza più assoluta. Nella tarda mattina di venerdì, vista la gravità dell’evento, la prefettura ha esautorato l’amministrazione ed ha attivato il CCS ( centro coordinamento soccorsi), un tavolo tecnico dove erano presenti tutti gli enti coinvolti, fra cui l’amministrazione comunale nella persona del sindaco. Da quel momento le scelte sono state prese in maniera congiunta fra tutte le autorità.”

Oggi sono usciti i dati di Arpae e Ausl, i dati della diossina sono aumentati, ma i valori paiono già in diminuzione. 

“Ero da subito preoccupato rispetto al tema sanitario e ambientale. I valori di diossine/furani, metalli e idrocarburi sono in monitoraggio continuo. Abbiamo chiesto ad Ausl e Arpae di aggiornarci costantemente sugli sviluppi dei dati. Ho quattro figli che vivono a Faenza e frequentano la città: le preoccupazioni del singolo faentino sono le mie preoccupazioni. Inoltre, io stesso sono stato presente in maniera costante nel luogo dell’incendio e quindi esposto a possibili contaminanti.

Sta sorgendo qualche polemica sul modo in cui è stata fatta la campionatura per l’analisi delle diossine e su come Arpae e Ausl abbiano condotto le analisi, qual è il suo commento?

Io non ho nessun commento da fare su pareri tecnici, medici e scientifici fatti da professionisti del settore. Ho piena fiducia negli enti che si sono mobilitati per gestire l’emergenza. Come già detto, non è stato compito dell’amministrazione scegliere dove posizionare il campionatore, ma una scelta tecnica effettuata dai professionisti in quell’ambito. Il campionatore è stato posizionato a seguito di valutazioni che ha effettuato Arpae rispetto anche alle condizione meteo di questi giorni. Ora la nostra attenzione è anche quella di monitorare i possibili inquinanti che possono depositarsi su foraggi animali e, quindi, avere effetti secondari su di noi. So che sono state già effettuati campionamenti in questo senso, ma in generale, la nostra attenzione alla tutela sanitaria e ambientale è ai massimi livelli.

 

Francesco Ghini

Francesco Ghini

Vivo a Faenza e mi occupo di ricerca biomedica e comunicazione scientifica. Ho conseguito un dottorato di ricerca in Medicina Molecolare presso l'Istituto Oncologico Europeo di Milano e numerose partecipazioni a conferenze internazionali come speaker. Parallelamente, ho seguito come direttore artistico la realizzazione dell'evento Estate di San Martino a Piacenza (2012 e 2013) e ho maturato una forte esperienza nell'ambito della comunicazione e dello storytelling. Nel 2014 ho aperto Buonsenso@Faenza e da questa esperienza, nel 2018, è nata l'agenzia Buonsenso Comunicazione. Amo il teatro, i film di Cristopher Nolan, i passatelli e sono terribilmente curioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.