Giubileo: Faenza apre la Porta Santa

“Oggi il mondo ha bisogno di misericordia e di perdono, ha bisogno di una tenerezza sconfinata”. Con queste parole Monsignor Mario Toso, Vescovo della Diocesi di Faenza-Modigliana, ha aperto ieri, domenica 13 dicembre, la sua omelia nel corso dell’apertura della Porta Santa in occasione del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.

La Misericordia, al centro di questo anno giubilare, è il sentimento indicato dal Vescovo come mezzo cui vincere i grandi mali del nostro tempo: “I numerosi episodi di terrorismo, i molti conflitti in atto sulla faccia della terra – pezzi di una terza guerra mondiale – ci testimoniano come l’umanità abbia bisogno di misericordia”

Misericordia: un sentimento con cui affrontare le sfide del mondo contemporaneo

Con che spirito deve vivere il cristiano questo anno giubilare?
“Occorre porsi in stato di pellegrinaggio e convertirsi al Redentore. Ecco quanto siamo chiamati a compiere. Per avere maggior consapevolezza di tutto ciò è necessario che ci poniamo alcune semplici domande: perché si diventa così spietati e crudeli nei confronti dei propri simili? Perché assolutizziamo il denaro, il profitto, la tecnica sino a rivolgerli contro noi stessi? Perché l’altro da me è spesso considerato mero strumento o addirittura uno ‘scarto’, ossia un essere inutile, inservibile?”.

Il riferimento finale è un invito alla Diocesi a vivere il più pienamente possibile questo sentimento nella vita di tutti i giorni: “Rendiamo le nostre famiglie, le nostre parrocchie, le associazioni e i movimenti ambienti di perdono e di comunione. Maria, Madre della Misericordia, ci accompagni nel porre segni concreti”

Le iniziative della Diocesi

Mons. Mario Toso è uno dei promotori della scuola politica "A gonfie vele", già magnifico rettore dell'Università pontificia salesiana.
Mons. Mario Toso è uno dei promotori della scuola politica “A gonfie vele”, già magnifico rettore dell’Università pontificia salesiana.

A tal proposito, sono molte le iniziative messe in campo per concretizzare l’anno dedicato alla Misericordia. Ai primi di novembre è stata aperta  la Scuola di formazione all’impegno sociale e politico per i giovani “A gonfie Vele”, di cui già abbiamo trattato in questo sito. Nella giornata di ieri è stato inaugurato il nuovo Centro di Ascolto e Accoglienza della Caritas. A breve sarà aperta la nuova Casa per il clero e per i laici.

“Ma non dimentichiamo – conclude Mons. Toso – che segni di misericordia, intesa non come semplice assistenza caritativa, debbono essere posti nei vari luoghi esistenziali segnalati nella Lettera pastorale e cioè con riferimento alla famiglia, al mondo del lavoro e dell’economia, della politica, dei mass media, della salute, della scuola e dell’ambiente”.

Il Giubileo è stato indetto da Papa Francesco in occasione della ricorrenza dei cinquant’anni del Concilio Vaticano II. Inaugurato lo scorso 8 dicembre 2015, si concluderà il 20 novembre 2016 e viene dedicato alla Misericordia.

Un pensiero riguardo “Giubileo: Faenza apre la Porta Santa

Rispondi