Giovani Ac: incontro sulle periferie il 28 maggio con il sindaco Malpezzi

Un incontro dal vivo (rispettando le norme di sicurezza) con il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, per discutere di periferie e di strategie da mettere in atto per progettare la città del futuro. Il gruppo Giovani dell’Azione Cattolica di Faenza organizza giovedì, 28 maggio alle 20.30 l’appuntamento ‘Civitas’ nel cortile interno della parrocchia del Paradiso a Faenza (via Paradiso 11) e si svolgerà seguendo tutte le norme igenico-sanitarie di questo periodo (posti distanziati per un massimo di 50 persone e obbligo di indossare la mascherina). «Potrà sembrare strano in questo periodo non parlare dell’emergenza Covid-19 e delle sue conseguenze, ma il settore giovani diocesano di Azione Cattolica, ci teneva a concludere il percorso annuale iniziato lo scorso autunno sul tema delle periferie – scrivono gli organizzatori – Anzi, proprio a causa di questa difficile situazione, oggi diventa ancora più importante andare a conoscere ed analizzare le periferie e le situazioni di disagio sociale del nostro territorio e della nostra comunità, che potrebbero essersi modificate o aumentate. Per fare questa fotografia della situazione, abbiamo pensato di dialogare ed intervistare dal vivo il sindaco della città di Faenza, Giovanni Malpezzi».

Ospiti dell’evento anche Gabriele Lelli, Letizia Minardi, coop. Ceff e Vincenzo Bellomo

«Per esplorare più a fondo poi il connubio ‘città-periferie’ – prosegue la nota dell’equipe diocesana – ci saranno anche altri interventi (tramite video) da parte dell’architetto Gabriele Lelli che cercherà di spiegarci come l’architettura urbana possa dare il suo contributo allo sviluppo e alla rigenerazione delle periferie; di Letizia Minardi e della cooperativa faentina Ceff, che, impegnate giornalmente al miglioramento di situazioni di disagio sociale, ci racconteranno il ‘Progetto Borghesi Living Lab’; e infine di Vincenzo Bellomo, responsabile dei progetti della Custodia di Terra Santa a Betlemme, che darà al nostro incontro un respiro più internazionale, raccontando le periferie di una città non semplice come quella di Betlemme».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.