“Prima giornata volontaria senz’auto” del Gruppo Disabilità Faenza il 13 giugno

Sostenibilità e inclusione si incontrano in un progetto comune portato avanti dal Gruppo Disabilità Faenza che insieme all’associazione Cinquanta per Mille lanciano la campagna di crowdfunding su Idea Ginger per finanziare la Prima giornata volontaria senz’auto a Faenza domenica 13 giugno in un week end di micro eventi sparsi per la città a cura di molte associazioni locali. Oltre a questa giornata il gruppo propone anche quattro giornate di informazione e formazione sul tema della disabilità.

Sostenibilità e inclusione: 12 e 13 giugno

Sabato 12 e domenica 13 giugno sarà possibile partecipare a una serie di micro eventi esperienziali su inclusione, ecologia, sport e cultura sparsi per la città e organizzati da molte associazioni locali. E’ stata presentata una mappa della città che sarà distribuita sia online che in formato cartaceo. Inoltre è stata lanciata una campagna di raccolta fondi su Idea Ginger per avere attrezzature outdoor e supporters specializzati. Tutti gli eventi rispetteranno le normative anti-contagio e sarà perciò necessario prenotarsi: ogni associazione lascerà il proprio recapito telefonico per informazioni e prenotazioni stabilendo anche un numero massimo e vari turni per le varie attività proposte.

Quattro giornate di formazione sul tema della disabilità

Oltre alla giornata senz’auto del 13 giugno, il Gruppo Disabilità Faenza propone quattro giornate di informazione e formazione sul tema della disabilità. Il primo appuntamento è il 29 maggio alle 9.30 presso il Museo Malmerendi: un momento di condivisione di storie e pensieri sul tema. Il secondo incontro è invece sul tema dell’affettività con la dott.ssa Sara Valerio e a seguire uno spettacolo musicale della scuola di musica Sarti il 5 giugno alle 9.30. Il terzo appuntamento è il 12 giugno presso il Museo Carlo Zauli e avrà come tema l’inclusione nel mondo del lavoro. Il ciclo di incontri si chiude il 16 luglio alle 18 alla Casa del Teatro in cui verranno condivise le esperienze di questi anni e seguirà uno spettacolo a cura del Teatro Due Mondi. 

Promuovere il turismo locale e il rispetto dell’ambiente

Il progetto ha vinto la call della Bcc ravennate, forlivese e imolese per promuovere il turismo culturale e sostenibile in Romagna.  “Il settore del turismo è un settore in sofferenza. Per questo abbiamo pensato di sensibilizzare al turismo locale e non di massa aprendo un concorso a tutte le realtà del territorio che collegassero i valori di inclusione e di sostenibilità”.  Progetto che si sposa con l’idea del Gruppo Disabilità di “implementare con gesti quotidiani il volontariato coinvolgendo il maggior numero di associazioni in micro eventi all’interno della città, come quello della giornata volontaria senza auto.  “Inclusione e benessere sociale sono tra i temi dell’agenda 2030” ricorda Riccardo Casamassima del Gdr. Anche l’assessore al Welfare Davide Agresti ha ribadito l’importanza della collaborazione di diverse realtà che collaborano ognuna con la propria vocazione verso un progetto comune. “Un insegnamento civico e laico ” ha sottolineato il sindaco Massimo Isola, il fatto che per la prima volta l’idea di non usare l’auto per un giorno nasca da una richiesta dei cittadini e non da un’imposizione è estremamente importante”.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.