Le diocesi di Faenza e Ravenna celebrano insieme la Giornata del Creato

“Far crescere un turismo autenticamente sostenibile, capace cioè di contribuire alla cura della casa comune e della sua bellezza”. È l’invito contenuto nel messaggio per la 12esima Giornata nazionale per la Custodia del Creato che quest’anno si celebrerà nella pieve di San Pietro in Sylvis (via Pieve Masiera, 28 a Bagnacavallo) venerdì primo settembre alle 18. Come da alcuni anni a questa parte, sarà un appuntamento comune tra la diocesi di Ravenna-Cervia e quella Faenza-Modigliana e di carattere ecumenico, con la partecipazione anche delle comunità ortodosse delle due diocesi e per la prima volta anche di quella greco-cattolica che da quest’anno celebra a Santa Giustina, a Ravenna.

La celebrazione a Bagnacavallo l’1 settembre

A presiedere il momento di preghiera “Pellegrini sulla terra di Dio” sarà il vescovo di Faenza monsignor Mario Toso, assieme all’arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni. L’iniziativa come gli anni scorsi si svolge in collaborazione con Coldiretti e il gruppo Carabinieri Forestale di Ravenna. Il messaggio per la giornata è stato redatto dai vescovi di tre commissioni sul tema “Certo, il Signore è in questo luogo e io non lo sapevo (Genesi 28, 16). Viaggiatori sulla terra di Dio”.

Rispondi