Imprenditori e giovani a confronto: a Faenza il 27 maggio sbarca il format ‘Forum Young System’

Generazione Z e Millennials (23-38 anni) a confronto con i protagonisti dell’economia e dell’innovazione del territorio. Fa tappa per la prima volta a Faenza “Forum Young System” il progetto nato lo scorso anno con l’obiettivo di creare dialogo e sinergie fra le generazioni emergenti e i vari territori della Romagna (e oltre). Appuntamento mercoledì 27 maggio 2020 a partire dalle ore 15 (sino alle 17) con Young Table, il tavolo digitale aperto a gruppi di Millennials e Z Gen a confronto con imprenditori e opinion leader del faentino. L’iniziativa prevista come evento “fisico” a causa dell’emergenza sanitaria si è trasformata in momento di incontro digitale la cui partecipazione è gratuita attraverso una semplice registrazione (forumyoung.it/tables/faenza/). Forum Young System, creato da Pleiadi International e Gerebros, è il progetto nato per integrare giovani e territorio.

I relatori dell’evento online

Nel corso del pomeriggio di mercoledì intervengono con video domande alcuni protagonisti del tessuto economico e istituzionale del faentino, come l’assessore alle politiche giovanili Simona Sangiorgi, l’amministratore delegato di Finceramica Gianluca Fantini, il designer Marco Bartoletti e l’architetto Luigi Cicognani entrambi dello studio faentino che porta il loro nome. Insieme a Tatiana Coviello, HR Director Volksbank, autrice del volume “Neanche gli struzzi lo fanno più”, libro che dedica più di un capitolo ai Millennials. Sui temi posti i ragazzi si confrontano durante le 2 ore di digital event. Le risposte e le proposte più smart diventano tessuto di confronto con gli imprenditori e gli opinion leader stessi, per accrescere riflessioni e proposte insieme fino all’appuntamento del 27 novembre, al Forum Young Talk. La lista nei prossimi giorni si arricchisce di nuovi protagonisti. Gli iscritti dialogano fra loro e, a sorpresa, ci sarà anche un momento di entertainment per creare un clima propositivo di condivisione, confronto e crescita del territorio in chiave professionale: l’obiettivo principe del progetto Forum Young.

Il format “Forum Young System”

Young Tables è una iniziativa che fa parte di un progetto di ampio respiro, Forum Young System, dedicato a due generazioni (Z e Millennials) in dialogo con i protagonisti dell’economia del territorio. Forum Young System, infatti, contempla l’Osservatorio Young, piattaforma di sondaggi permanente che raccoglie dati direttamente dai giovani, per condividerli in mappe di orientamento e tendenza. Fra i temi a oggi considerati: il mondo del lavoro, come i giovani vivono la scuola, quale futuro si aspettano in una società in costante evoluzione, come hanno vissuto l’esperienza del lockdown.

Secondo tassello del progetto sono le Young Tables, tavoli digitali aperti a gruppi di Millennials e Z Gen di tutta Italia ma con focus territoriali: Faenza, Forlì, Cesena e Rimini, Ravenna e Bologna, Roma, Firenze, Torino. Stimolati da video-domande poste da imprenditori e opinion leader del territorio, i giovani condividono una riflessione di insieme aperta a esperienze professionali per far emergere progetti e talenti Il progetto nelle varie tappe coinvolgerà l’Università di Bologna, Enti di Ricerca, incubatori territoriali e tante altre realtà. Il percorso annuale di coinvolgimento, monitoraggio e interazione territorio e giovani si completa nell’incontro annuale: Forum Young Talk, anche quest’anno previsto il 27 novembre 2020.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.