Comitato Feste e Sagre: donati 9mila euro alle scuole faentine

Era a dir poco gremita la Casa Maria di Nazareth della parrocchia di Errano, nel pomeriggio di sabato 30 marzo 2019, in occasione della consegna dei premi della quarta edizione del progetto “Feste e Sagre per la scuola”, dedicato quest’anno a un tema più attuale che mai: “Stop all’inquinamento, salva la natura”. Il comitato Feste e Sagre, che raggruppa 37 associazioni volontaristiche del territorio faentino e dei dintorni, ha voluto coinvolgere ancora una volta le comunità in cui opera puntando al mondo della scuola, dove si formano le coscienze che plasmeranno il domani. E dopo gli auspici ai “salvataggi” delle precedenti edizioni (ad esempio quello della cultura, nel 2017) quest’anno è sulla salvaguardia dell’ambiente che sono stati stimolati gli alunni delle scuole dell’infanzia, materne, di primo e di secondo grado del territorio. Il progetto invitava i ragazzi a progettare fin d’ora un futuro che tenga conto della natura, attraverso elaborati grafici e letterari, il tutto concepito come un input per le scuole stesse, su un tema cruciale di oggi e di domani.

In tutto 677 alunni faentini hanno partecipato al progetto

Come ogni anno, il progetto aveva l’obiettivo di sostenere le scuole delle piccole comunità. I 32 istituti partecipanti – e presenti con una rappresentanza sabato 30 alla Casa Maria di Nazareth di Errano – hanno coinvolto la bellezza 677 alunni partecipanti. Gli elaborati dei ragazzi, esposti in sala, saranno visionabili negli spazi del Rione Verde di Faenza da sabato 6 aprile (inaugurazione alle 17) fino al 25 aprile. Nel corso della cerimonia di premiazione sono interventi anche Simona Sangiorgi e Antonio Bandini, assessori all’Istruzione e all’Ambiente del Comune di Faenza, nonché don Luigi Guerrini, che ha fatto riflettere i ragazzi sui temi della condivisione e del volontariato.

Feste e Sagre: comprato materiale scolastico

Ogni scuola ha ricevuto un premio in materiale scolastico e nel complesso il Comitato Feste e Sagre ha raccolto e devoluto 9mila euro per questa iniziativa che va a sostegno delle scuole della comunità. Il materiale scolastico è stato comprato grazie a un fondo messo a disposizione dalle sagre e che – è bene sottolinearlo, dato il tema di quest’anno – è stato integrato con i proventi derivati dallo smaltimento degli oli esausti, residui delle manifestazioni e da una percentuale sugli acquisti di materiale biodegradabile. Per ribadire che ogni gesto può contribuire a salvare il nostro pianeta

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.