Faenza: sciopero dei lavoratori di Idea Services: “vogliamo il ritiro dell’accordo”

Proclamato uno sciopero a oltranza con presidio di fronte ai due stabilimenti faentini di via San Silvestro e di via Corgin, dai lavoratori di Idea Services, appalto delle attività logistiche di Xpo. I lavoratori per voce dei rappresentanti di Uil Tasporti Ravenna chiedono: «il ritiro dell’accordo sottoscritto in contrasto con l’Art.42 del Contratto Nazionale» e che «i lavoratori nel cambio di appalto manterranno l’anzianità pregressa e tutti i trattamenti salariali e i diritti normativi». Attraverso una nota stampa sottolineano la necessità di un intervento da parte di Cgil, Cisl e Uil confederali perché l’accordo è «in contrasto con il testo Unico sulla rappresentanza sottoscritto dai tre sindacati confederali» e nel caso ciò non avvenisse, Uil Trasporti annuncia di procedere per vie legali.

Secondo Uil Trasporti, l’accordo sottoscritto da Cgil e Cisl, non risponde alla volontà dei lavoratori che invece durante un’assemblea del 12 giugno lo hanno bocciato a stragrande maggioranza (su 52 presenti 49 NO su un totale di 79 lavoratori). I dipendenti chiedono a Idea Services ed Easycoop «di rivedere la propria posizione e di confrontarsi seriamente su altri basi» e a «Xpo di intervenire ed assumere quel ruolo che gli spetta per legge».
«Non è lo sciopero della Uil Trasporti ma è lo sciopero contro chi vuole togliere improvvisamente i principali diritti dei lavoratori, sanciti dalla legge e dai contratti nazionali, frutto di decenni di lotte” – afferma la Uil Trasporti, chiedendosi: può Coop Adriatica, uno dei principali clienti, accettare tale situazione?».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.