Faenza rugby continua a crescere: al via la stagione 2018/19 con 2 squadre senior

Il Faenza rugby comincia la preparazione alla stagione 2018/2019, e presenta ufficialmente il proprio staff tecnico. La presentazione è avvenuta venerdì 24 agosto scorso, dodicesimo compleanno del Faenza Rugby, al campo della Graziola, dove il presidente Andrea Sirotti ha presentato ai numerosi intervenuti, giocatori di quasi tutte le categorie, amici e collaboratori della società manfreda, gli obiettivi della stagione imminente e le persone che cercheranno di aiutare i ragazzi a raggiungerli. I Leoncini dell’under 14 e del minirugby verranno allenati da Max Pellizzari ed Elia Pellizzari, che metteranno a frutto la loro esperienza pluriennale per lo sviluppo di un settore sempre più strategico per la crescita della società. I giovani Leoni dell’under 16 verranno seguiti da Mirco Neri e William Osti, mentre l’under 18 sarà nelle mani di Nicola Locatelli e Wainer Poletti.

Il presidente Sirotti: “Puntiamo alla serie B”

Novità di rilievo nel settore senior, dove la società ha deciso di lanciare una seconda squadra seguita dal duo Pellizzari, che si cimenterà nel campionato amatoriale Uisp, mentre la prima squadra sarà seguita nuovamente dal preparatore atletico Francesco Distefano e allenata da Edgardo Venturi detto Eddy. «Siamo arrivati ad un punto di svolta – commenta il presidente Sirotti – Con la prima squadra, grazie al lavoro di tutti, in primis dell’allenatore Benito Maccan che ringrazio per quanto fatto in questi tre anni, siamo arrivati al punto più alto mai raggiunto nella nostra storia. Penso che sia il momento di puntare sempre più in alto e che nel campionato di serie C1 siamo tra le squadre del nostro girone che possono giocarsela per il passaggio in serie B e la scelta di Eddy Venturi, già giocatore della nazionale e allenatore di Pieve di Cento e Reno Bologna, va nella direzione di questa crescita».

Faenza rugby: nuovo ruolo per Eddy Venturi

Eddy Venturi, non sarà solo l’allenatore della senior ma svolgerà le funzioni di Dor (Director of Rugby), un ruolo sempre più fondamentale nel rugby, evoluzione della figura dell’head coach, una persona di grande esperienza tecnica che non allena soltanto ma coordina e partecipa alle attività di tutti i tecnici della società, al fine di favorire una crescita comune di giocatori e staff. «Ringrazio Andrea Sirotti della fiducia accordatami – commenta Eddy Venturi – Sono rimasto molto coinvolto dal suo entusiasmo, che vedo qui stasera anche in tutti voi e vi assicuro che l’entusiasmo anche in società giovani come la vostra è il primo passo per poter raggiungere nuovi traguardi. Come Dor, ci tengo subito a dire che non ho cose da insegnare ma esperienze da condividere con tutti gli allenatori, e come allenatore vi dico che i risultati si raggiungono con il lavoro e l’impegno, a partire dagli allenamenti, e penso che possiamo toglierci tante soddisfazioni in questa stagione».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.