Il Faenza raggiunto in extremis dal Pietracuta su rigore

Rimane con l’amaro in bocca il Faenza calcio che viene raggiunto sull’1-1 in extremis dal Pietracuta. Le squadre si affrontano guardinghe. Il Faenza gioca un calcio ordinato e tiene meglio la palla mentre il Pietracuta è più pungente in fase offensiva. Il primo spunto interessante è del Faenza che al 3’ impegna Leardini con un tiro di Giacomo Lanzoni. Risponde Evaristi per il Pietracuta al 16’ che al termine di un batti e ribatti centra il palo. E’ ancora il Faenza a rendersi pericoloso al 23’ con colpo di testa di Gabrielli che spedisce di poco alto un cross dalla trequarti. Nel finale di tempo, spinge il Pietracuta che si presenta a tu per tu con Tassinari per due volte, ma prima Fratti viene anticipato al momento di calciare a rete, e poi Bruma spedisce la palla fuori di poco.

Il Faenza in vantaggio con Montemaggi

Nella ripresa il Pietracuta cerca di prendere il controllo, ma si espone alle ripartenze manfrede. Giacomo Lanzoni se ne va in velocità, ma tira debolmente da fuori area. Due minuti più tardi un cross di Bruma viene respinto dalla difesa sui piedi di Francesco Fabbri che calcia a rete, ma Albonetti respinge vicino alla linea di porta, con Tassinari battuto. Ancora i locali vicini al gol con un botta di Mularoni che sfiora il palo. Al 27’ un controllo con le mani fuori area di Tassinari provoca una punizione dal limite che Evaristi calcia contro la barriera, la difesa biancoazzurra rilancia lungo per Montemaggi che approfitta della posizione avanzata di Leardini per batterlo da oltre 30 metri, portando in vantaggio il Faenza: 0-1.
Il Pietracuta cerca la rimonta e stringe i tempi. Sugli sviluppi di un angolo al 41’ Fratti calcia al volo e chiama alla prodezza Tassinari. Due minuti più tardi, Cisterni scappa sul filo del fuorigioco e indugia, invece di tirare subito, facendosi strappare la palla dai piedi da Leardini. Quasi allo scadere del recupero, il Pietracuta trova il rigore quando Bruma in mischia viene contrastato fallosamente da un difensore. Sul dischetto va capitan Fratti che spiazza Tassinari e sigla il pari: 1-1.

Pietracuta – Faenza 1-1, il tabellino

Pietracuta: Leardini, Masini, Mularoni, Tosi (36’st Golinucci), Lessi, A.Tomassini (40’ st Bargelli), Bruma (49’st Moretti), Fr. Fabbri, Fratti, D. Fabbri (25’st F.R.Tomassini), Evaristi.
A disp. Balducci, Fe. Fabbri, Santi, Alessandrini, Bartolani. All. Fregnani.
Faenza: Tassinari, Albonetti, Ragazzini, Gabrielli, Selleri, Spada, Montemaggi (36’ st L. Franceschini), Errani, Cisterni, G. Lanzoni (13’ st Bertoni), Chiarini (29’ st Venturelli).
A disp. Ravagli, Ferraresi, F. Lanzoni, P. Lanzoni, Salazar, Navarro. All. Moregola.
Arbitro: Andreoli di Bologna

Reti: 27’ st’ Montemaggi (F), 48’ rig. Fratti (P)

Ammoniti: Mularoni, Tosi, Tassinari, G. Lanzoni, Chiarini

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.