Faenza lotta porta a casa 3 medaglie d’oro dagli assoluti italiani di Ostia

Fucina di campioni, ieri come oggi: la squadra faentina di lotta torna dai nazionali di Ostia con un bilancio più che positivo, tante medaglie, diversi campioni italiani e la consapevolezza di continuare a essere un punto di riferimento nazionale per il mondo di questo sport. Sono andati in scena nel weekend dell’11 e 12 gennaio al palaPellicone di Ostia i campionati italiani assoluti di lotta – categorie greco-romana, lotta libera e lotta femminile – dove il Club Atletico Faenza è riuscito a piazzare ben tre campioni nazionali. A conquistare la medaglia d’oro nelle varie categorie sono stati gli atleti Abraham Conyedo (lotta libera, 97 kg); Enrica Rinaldi (lotta femminile, 72 kg) e Nikoloz Kakhelashvili (lotta greco-romana, 97 kg); ai quali si aggiunge anche l’ottimo secondo posto di Rebecca De Leo (lotta femminile, 59 kg). Risultati che arrivano all’inizio di quello che sarà un anno speciale e che ha dato a diversi atleti il permesso di accedere alle qualificazioni delle Olimpiadi Tokyo 2020.

Abraham Conyedo punta alle Olimpiadi 2020 di Tokyo

Nelle prossime settimane proprio Conyedo, di origine cubane ma di nazionalità italiana, tenterà le qualificazioni olimpiche dopo aver conquistato nella sua carriera già un bronzo mondiale. Aperte le possibilità per un pass a Tokyo 2020 anche per Enrica Rinaldi – nel 2018 argento europeo juniores – anche se la categoria dei 72 kg con cui ha vinto gli assoluti italiani non è una categoria olimpica, ma potrà comunque partecipare ad altri tornei di qualificazione. «Torniamo da Ostia con un bilancio estremamente soddisfacente, con ottimi piazzamenti in tutti e tre gli stili della lotta: tre medaglie d’oro e una d’argento» commenta il tecnico del Club Atletico Faenza lotta, Salvatore Avanzato.

Faenza lotta nelle scuole della Romagna faentina

In questi mesi la società è particolarmente attiva non solo per quanto riguarda le competizioni agonistiche, ma anche a livello educativo e sociale, con numerose attività all’interno degli istituti scolastici della Romagna faentina. All’inizio dell’anno scolastico è infatti partito il progetto ‘Giovane sportivo’ che porta i tecnici della Fijlkam a condurre attività di didattica e di intelligenza motoria nelle scuole primarie, per aiutare i bambini a vivere nel modo migliore il rapporto con il proprio corpo attraverso una sana educazione sportiva. «In questi mesi siamo presenti in una quindicina di istituti del territorio dove conduciamo attività con gli alunni che hanno come obiettivo quello di sviluppare le loro capacità coordinative e motorie – spiega Avanzato – Si tratta di esercizi e attività ludiche con cui cerchiamo di favorire un sano avviamento allo sport». Una buona base di partenza, dunque, per vivere al meglio il mondo dello sport in tutte le sfaccettature che potrà avere. Alla fine dell’anno il progetto, realizzato con il supporto di aziende e sponsor locali che hanno a cuore il benessere e il miglioramento dello stile di vita dei ragazzi, avrà coinvolto in tutto oltre 4.700 bambini e a ognuno di loro verrà consegnato un diploma di partecipazione.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.