Le proposte di 100 giovani per la città: l’1 settembre la presentazione del report di Faenza Futuro

L’associazione Faenza Futuro riprende la propria iniziativa pubblica laddove si era interrotta nel febbraio scorso, in un momento diverso, stante l’imminente scadenza elettorale amministrativa. Per questo assume una maggiore rilevanza presentare alla città il lavoro di ascolto e di studio svolto dai soci più giovani, che ha coinvolto più di 100 giovani faentini con meno di 30 anni. Tramite incontri di gruppo si sono approfonditi quattro aspetti fondamentali della vita cittadina: ambiente, tempo libero, lavoro e partecipazione. Da questi incontri emerge come i giovani vedono la loro città, come la vivono, come la vorrebbero, quali proposte si possono fare per promuovere un cambiamento positivo. Suggerimenti preziosi per chiunque si candidi a governare la città. I risultati di questo lavoro che si terrà il prossimo martedì 1 settembre, alle ore 20.45 al Dopolavoro Ferroviario, via S. Maria dell’Angelo, 24.L’intervento finale è a cura di Thomas Casadei, professore di Filosofia del diritto all’Università di Modena e Reggio Emilia.

L’iniziativa, sarà svolta a seconda del meteo al chiuso ovvero, come auspicabile, all’aperto, all’interno del cortile del Dopolavoro Ferroviario comunque sempre nel rispetto delle regole del distanziamento fisico, fermo restando l’impegno a indossare la mascherina.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.