Il Faenza crea, ma il Cervia vince 2-3

Crea azioni, ma non segna e viene punito al minimo errore. Per il Faenza calcio un copione troppe volte visto in questo campionato che si sta dimostrando sempre più difficile. Anche con il Cervia la squadra biancoazzurra non ha saputo sfruttare le opportunità costruite ed al primo affondo degli avversari gialloblù ha subìto un autogol complicando una partita molto delicata. Il Faenza iniziava bene la gara con l’approccio giusto e sfiorando subito il gol (5’) quando su un bel cross di Fontana il pallone era intercettato di testa da Grazhdani che sul contrasto dell’avversario colpiva la parte esterna del palo. Due minuti dopo era lo stesso Fontana a provarci sempre di testa su preciso traversone di Gardenghi, ma il pallone superava di poco la traversa con Cancelliere fuori dai pali.

Tante occasioni create dal Faenza, punito al minimo errore

Al 13’ sempre il Faenza pericoloso e stesso schema: cross perfetto di Gardenghi a tagliare il campo, Fontana agganciava con il destro e perdeva tempo prezioso permettendo a Cancelliere in disperata uscita di respingere il pallone e sventare la minaccia. Qualche minuto e il Cervia si faceva vedere in avanti con Scarpellini per una facile parata di Tassinari, poi passava in vantaggio di lì a poco per uno svarione difensivo dei padroni di casa. Su calcio di punizione in posizione laterale originato da fallo di Giacomo Lanzoni, il pallone spedito in area da Domini era intercettato da Francesco Lanzoni che nel tentativo di liberare trafiggeva inesorabilmente Tassinari (21’).

Il Faenza subiva il contraccolpo psicologico e come accaduto altre volte il quasi immediato raddoppio dell’avversario. Su azione di attacco del Cervia, la sfera era smistata da Domini con un preciso assist a Morena che dal limite dell’area al volo lasciava partire un missile e il pallone si insaccava a fil di palo con Tassinari inutilmente proteso in tuffo.

La formazione biancoazzurra cercava di reagire subito e creava due buone opportunità, prima con Giacomo Lanzoni che in corridoio serviva ottimamente Grazhdani abile a inserirsi, ma non altrettanto a concludere permettendo a Cancelliere di respingere il pallone. Al 42’ era Grazhdani a confezionare un assist a centro area per Gardenghi che sbagliava il tiro mandando il pallone clamorosamente a lato. Fallito il gol per poco il Faenza non lo subiva ad opera di Mazzarini che sfiorava il successo personale in mischia.

Il primo tempo si era chiuso 0-2 per il Cervia

Nella ripresa sul doppio svantaggio era la formazione manfreda a dover fare la partita e il primo tiro (8’) a lato era di Fantinelli a cui replicava in modo pure impreciso Scarpellini. Al 26’ Grazhdani si liberava bene, ma poi non era preciso al momento del tiro. Quattro minuti e il Faenza finalmente accorciava grazie a Gardenghi che dopo aver guadagnato un calcio di punizione dal limite, realizzava uno splendido gol con una parabola precisa che non lasciava scampo a Cancelliere.

Neanche il tempo di assaporare il gol e organizzare l’assalto finale che il Cervia coglieva il terzo gol. Nell’azione immediatamente successiva, l’esperto Bondi agganciava il pallone e da 30 metri sorprendeva Tassinari leggermente avanzato con un pallone che si insaccava sotto la traversa. Un colpo da k.o. ma il Faenza aveva la forza di accorciare di nuovo con Missiroli che dal limite al volo spediva la sfera alle spalle di Cancelliere. La squadra di Assirelli inseguiva il pari fino all’ultimo, ma prima il tiro di Gardenghi in caduta dal limite terminava appena alto e poi una bella incursione di Negrini veniva fermata da Cancelliere che in uscita bassa abbrancava il pallone anticipando gli avversari.

Faenza – Cervia 2-3, il tabellino

Faenza: E. Tassinari, F. Lanzoni (1’ st. Petrini), Fontana, Fantinelli (44’ st. Navarro), De Luca, G. Lanzoni (15’ st. Marocchi), Missiroli, Grazhdani, Gardenghi, Albonetti (24’ st. Negrini). A disp. Bentivoglio, Piraccini, Bentini. All. Assirelli

Cervia 1920: Cancelliere, Mazzarini, Guagneli, Guerra, Gentili, Severi (29’st. L. Tassinari), Domini, Morena, M. Candoli (36’ st. Vespignani), Scarpellini (14’ st. Romagnoli), Farabegoli (14’ st. Bondi). A disp. Stella, Cappello, Marino. All. Pirazzini

Arbitro: Perillo di Napoli (Mambelli e Macari di Cesena)

Reti: 20’pt. aut. F. Lanzoni, 24’pt. Morena, 30’ st. Gardenghi, 31’ st. Bondi, 43’ st. Missiroli

Ammoniti: Severi, Farabegoli, L. Tassinari, Cancelliere, G. Lanzoni, Grazhdani

Angoli: 2-6

Recupero: 0-5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.