Per il 4° giorno consecutivo nessun caso di Coronavirus a Faenza

Continua il calo dei contagi da Covid-19 nella Provincia di Ravenna: nella giornata di mercoledì 22 aprile sono stati segnalati solo quattro nuovi casi e il totale in provincia sale a 941, di questi nessuno a Faenza. «A una settimana esatta dagli ultimi decessi registrati nella nostra città – spiega il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi – oggi purtroppo il coronavirus si è portato via un altro faentino. E’ l’unico decesso oggi in tutta la provincia. Si tratta di un uomo di 72 anni ricoverato in Ospedale. Ai suoi cari le mie sentite condoglianze. Con questo, salgono a tredici le persone decedute a Faenza su un totale di 124 contagiati (per il quarto giorno consecutivo non ci sono nuovi contagi a Faenza»

Unione della Romagna Faentina: raccolti 50mila euro per l’emergenza alimentare

«Ogni giorno vengo a conoscenza di tantissimi gesti di generosità – prosegue il primo cittadini – Di alcuni se ne trova traccia negli organi di informazione, ma sono davvero una piccola parte. Molti altri preferiscono farlo in totale anonimato. Sono singoli cittadini, professionisti, aziende, associazioni, parrocchie, gruppi di volontariato, società sportive. Davvero, non c’è categoria che non si stia dando da fare. Non mi stanco di ripeterlo: Faenza ha un cuore grande. Ricordate, ad esempio, la campagna di donazioni tramite bonifico per incrementare i fondi a disposizione per l’emergenza alimentare (i Buoni Spesa)? In tutta l’Unione dei Comuni sono già arrivati oltre 50mila euro. Nei prossimi giorni, tramite l’applicazione Satispay, renderemo ancora più semplice poter donare, anche cifre piccole. Basterà un click dal cellulare o dal computer.

In provincia attivato il Tavolo per la Fase 2

Il sindaco ha annunciato inoltre che a livello provinciale è attivo il Tavolo per la sicurezza del lavoro e la ripresa delle attività economiche nella Fase 2, suddiviso in Gruppi di lavoro a cui partecipano, ovviamente in videoconferenza, istituzioni, associazioni, sindacati, enti. I 10 gruppi si occupano di Manifatture e industria, Edilizia e cantieri, Porto – Trasporto merci e logistica, Servizi pubblici locali – educativi e socio-sanitari, Mobilità delle persone, Cultura, sport e wellness, Turismo, Commercio e Pubblici esercizi, Agricoltura, industria agroalimentare e pesca, Servizi alla persona e microimprese, Servizi ambulatoriali privati, professionisti e attività di servizio. «Anche se occorre ancora restare tutti a casa – conclude Malpezzi – non vogliamo perdere tempo. E’ in gioco il nostro futuro».

Reparti Covid: in Emilia-Romagna 81 pazienti in meno

Il bollettino giornaliero riporta che in Emilia-Romagna sono 23.434 i casi complessivi di positività al Coronavirus , con 342 positivi in più rispetto a ieri (+ 1,4%). I test effettuati sono stati 5.996 in più (i casi di positività risultano circa il 5,7% del totale dei tamponi effettuati, qualcosa in più di ieri). In calo i casi positivi attivi: – 160 rispetto a ieri (13.084 contro 13.244). Calano le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi: complessivamente arrivano a 8.903, 116 in meno rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 282, stabili rispetto ieri. E diminuiscono quelli ricoverati negli altri reparti Covid (- 81). Le persone complessivamente guarite salgono a 7.146 (+ 445): 2.337 “clinicamente guarite, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 4.809 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Emilia-Romagna: 57 nuovi decessi (un faentino)

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.437 a Reggio Emilia (+ 68), 3.917 a Bologna e Imola (+ 52), 3.533 a Piacenza (+ 73), 3.472 a Modena (+ 23), 2.973 a Parma (+ 64), 1.874 a Rimini (+ 22), 941 a Ravenna (+ 4, la percentuale di crescita è dello 0,4%), 833 a Forlì (+ 4), 833 a Ferrara (+ 28), 621 a Cesena (+ 4).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.