Sport e crescita dei giovani: il consiglio comunale a sostegno del progetto 50×1000

Il consiglio comunale di Faenza ha chiesto giovedì 21 febbraio 2019 al sindaco e alla giunta di sostenere il progetto cinquantapermille, promuovendolo tra le associazioni sportive del territorio. Si tratta della prima staffetta nata in seno alla 100 km del passatore, che vede alternarsi 50 ragazzi che corrono ciascuno un km, dal passo della colla a Faenza, per accogliere insieme a tutta la piazza il vincitore dell’ultramaratona più bella del mondo. L’obiettivo è favorire così la nascita di collaborazioni e una messa in rete di buone prassi sportive che mettano al centro lo sviluppo psicofisico dei ragazzi, a prescindere dallo specifico tecnico della disciplina praticata.

Inoltre si chiede di sostenere e incoraggiare la collaborazione tra le associazioni sportive del territorio, iscritte all’albo comunale delle associazioni, improntata sulla crescita psicofisica e sulla multidisciplinarità dei ragazzi considerandolo quale elemento premiante per eventuali contributi o benefit che il comune può concedere alle associazioni sportive (orari nelle palestre, particolari sconti nelle tariffe, utilizzo di sale e/o personale qualificato come pedagogista per incontri con genitori/educatori…). Infine chiede di aiutare le associazioni sportive nel far crescere professionalmente i loro allenatori, da un punto di vista educativo e relazionale e non solo tecnico/sportivo, e sostenere chi già sta lavorando in tal senso.

Si sottolinea l’importanza dello sport per valorizzare i propri talenti

Dal 1995 il Csi ha unito varie associazioni sportive di Faenza e di Marradi sotto l’egida della 50×1000, la prima staffetta nata in seno alla 100 km del passatore, che vede alternarsi 50 ragazzi che corrono ciascuno un km, dal passo della colla a Faenza, per accogliere insieme a tutta la piazza il vincitore dell’ultramaratona più bella del mondo. Questa staffetta ha avuto il duplice vantaggio di far provare intense emozioni ai ragazzi che si immergono nella grande passione della Cento, ma anche quello di spingere le associazioni sportive a collaborare per un progetto più ampio, esterno alla loro specifica disciplina, che stimoli una riflessione generale sull’importanza della motoria, mettendo al centro i ragazzi e il loro sviluppo psicofisico.

Dall’edizione del 26 maggio 2018 l’asd Atletica 85 Faenza ha trasformato la staffetta 50 x 1000 da evento sportivo a progetto pilota: un “laboratorio” finalizzato a comunicare che lo sport è lo strumento essenziale nella scuola e nel tempo extra scuola per valorizzare i propri talenti, conquistando giorno dopo giorno solidità personale, autostima, valori positivi a cui riferirsi. Contemporaneamente però si è voluto sensibilizzare educatori e giovanissimi al concetto che lo sport è uno strumento per prevenire il disagio e risolvere le problematiche adolescenziali. Durante la staffetta 2018 è stato girato il cortometraggio “Running for growing” realizzato da Atletica 85 Faenza con la collaborazione della Fondazione Exodus di Don Antonio Mazzi e con il patrocinio di Fidal Emilia-Romagna, Coni – Comitato Regionale Emilia-Romagna, Coni Point Ravenna, Regione Emilia-Romagna e Comune di Faenza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.