Faenza Calcio, 3 nuovi acquisti: arrivano Manaresi, Conti e Pioppo

Esce un Faenza Calcio ridisegnato dai primi giorni del mercato di dicembre. Tre sono infatti i nuovi arrivi, uno per reparto. In difesa torna in biancoazzurro, dopo otto anni, Nicola Manaresi, difensore centrale di grande personalità che può fare anche il centrocampista per le notevoli capacità tecniche e di gioco. Nato il 25 giugno 1986 proviene dal Cotignola, dove ha giocato cinque anni. In precedenza Alfonsine, Russi, Faenza, Classe e Conselice.

A centrocampo si inserisce Giovanni Conti, nato il 4 aprile 1989, miglior play del torneo di Eccellenza da cui scende, avendo vestito fino a pochi giorni fa la maglia della Marignanese. In precedenza ha militato in serie D nella Recanatese, nel Ribelle e nella Correggese. E’ giocatore di assoluta qualità in termini di palleggio e verticalizzazione.

Infine, l’attacco faentino potrà contare su velocità e potenza di Luca Pioppo, 11 reti l’anno passato in Eccellenza nel SanpaImola da cui proviene. Nato il 13 luglio 1989, Pioppo ha vestito anche le maglie di Corticella e Sasso Morelli. «Diamo il benvenuto a tre giocatori di grande esperienza e personalità – dice il direttore sportivo Nicola Cavina – che andando a rinforzare la spina dorsale della squadra, daranno un contributo importante sotto il profilo della crescita globale del gruppo».

Le partenze

A fronte di tre arrivi, sono quattro le partenze. I difensori Diego Franceschini e Mattia Spada si accasano rispettivamente al Solarolo (Promozione girone C) e Vita Granarolo (III Categoria), il centrocampista bolognese Leandro Selleri è in attesa di definire la sua posizione, mentre l’attaccante Gianlorenzo Roselli scende in I Categoria al San Rocco. Il Faenza calcio ringrazia gli atleti che lasciano la società, ringraziandoli per il contributo fornito con grande dedizione e augura loro le migliori fortune sportive.

Vittoria per 2-0 sul Cervia

Ridisegnato in settimana con l’innesto di questi tre nuovi giocatori, il Faenza vince 2-0 il match con il Cervia grazie alle reti di Cisterni, che sale a quota 7 in classifica cannonieri, e di Chiarini, al centro numero 5, il quarto consecutivo. Dopo pochi minuti, al 5’, il Faenza passa in vantaggio. Con una percussione, Francesco Lanzoni conquista un calcio d’angolo e dalla battuta del corner il pallone indirizzato in area è preda di Cisterni che lo arpiona e di destro insacca l’1-0.

Al 14’ è bravo Braggion ad anticipare in uscita Chiarini impedendogli l’impatto di testa al pallone crossato da Cisterni. Poco dopo la mezz’ora è il biancoazzurro Conti a centrare l’esterno della rete, quindi ci prova per due volte Chiarini, prima con un diagonale facilmente controllato da Braggion e poi con un tiro deviato da Brando. Alla fine del primo tempo, il Cervia va vicinissimo al pari nella prima vera occasione costruita, quando Calandra evita il portiere Ravagli e rimette al centro dove sulla pronta battuta a rete di Valentini respinge in scivolata Ragazzini sventando il pericolo.

Nella ripresa, il Cervia inizia deciso per cercare il pareggio e dopo un tiro alto di Gian Luca Fantini, avanza il baricentro approfittando della superiorità numerica dopo l’espulsione del biancoazzurro Cisterni, ammonito con eccessiva severità dall’arbitro per un fallo a centrocampo. L’occasionissima capita a Merli che, liberato in area, si vede respingere la conclusione di piede dal portiere Ravagli a pochi metri dalla linea. Al 22’ è ancora Gian Luca Fantini con un fendente dalla distanza a far venire i brividi ai biancoazzurri, visto che la palla termina di poco a lato. Il Faenza cerca di pungere in contropiede e dopo un affondo di Francesco Lanzoni, arriva il raddoppio con una splendida ripartenza avviata da Bertoni con un lancio che trova lo scatto di Chiarini abile a bruciare l’avversario e a battere Braggion in uscita con un pallonetto: 2-0.

Dopo qualche minuto, Calandra per recuperare la palla e battere una punizione battibecca con Bertoni e lo strattona guadagnando il rosso diretto. Ristabilita la parità numerica, il Faenza non soffre più e anzi crea numerose occasioni in contropiede prima con il neo entrato Pioppo su cui esce bene Braggion, poi con Montemaggi, fermato in area al momento del tiro, e poi ancora con Pioppo che su rilancio di Conti, prende palla e sfiora il gol sull’uscita del portiere, alzando leggermente la mira. L’ultima occasione è per Salazar che se ne va in velocità, ma poi conclude debolmente.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.