A Faenza 52 casi (+5) di Coronavirus, ma in Emilia-Romagna inversione di tendenza

E’ presto per tirare definitivamente le somme, ma sembrerebbero vedersi i primi segnali positivi a seguito dei decreti ministeriali dei giorni scorsi. Sono cinque casi in più di Coronavirus a Faenza, ma i dati complessivi nella Regione Emilia-Romagna fanno ben sperare con un aumento di contagi in controtendenza rispetto ai giorni scorsi (261 casi di crescita in meno): è questo il bilancio diffuso sul numero dei contagi che arriva nella giornata di martedì 24 marzo. In provincia di Ravenna si è registrato un aumento di 26 casi di positività al Covid 19. Per quanto riguarda gli altri Comuni della Romagna Faentina, Castel Bolognese arriva a 12 casi (uno in più), un aumento viene registrato anche a Riolo Terme (quattro casi complessivi) mentre a Brisighella, Solarolo e Casola Valsenio non si registrano nuovi aumenti. Il totale complessivo nella Romagna Faentina sale dunque a 75 casi di positività.

Emilia-Romagna: segni di miglioramento al contenimento del contagio

Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, rispetto alla giornata di ieri, dai tamponi effettuati sono state riscontrate 719 positività in più (mentre nella giornata precedente furono ben 980).In tutto sono 9.254 i casi di positività al Coronavirus. Complessivamente, sono 3.992 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (323 in più rispetto a ieri); aumentano di poche unità quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 291, 15 in più rispetto a ieri. Ma crescono purtroppo i decessi, passati da 892 a 985: 93, quindi, quelli nuovi, di cui 66 uomini e 27 donne.

Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 558 (135 in più rispetto a ieri), 125 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 10 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 30 residenti nella provincia di Piacenza, 20 in quella di Parma, 17 in quella di Reggio Emilia, 11 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno del territorio imolese), uno in quella di Ferrara, 1 in quella di Ravenna, zero in quella di Forlì-Cesena e 9 in quella di Rimini.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.981 (96 in più rispetto a ieri), Parma 1.435 (71 in più), Reggio Emilia 1.437 (68 in più), Modena 1.354 (199 in più), Bologna 968 (di cui Bologna 776, 124 in più rispetto a ieri, e 192 Imola, 11 in più), Ferrara 190 (18 in più rispetto a ieri), Ravenna 368 (26 in più), Forlì-Cesena 437 (di cui 211 a Forlì, 35 in più rispetto a ieri, e 226 a Cesena, 22 in più), Rimini 1.084 (49 in più).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.