A Faenza 52 casi (+5) di Coronavirus, ma in Emilia-Romagna inversione di tendenza

E’ presto per tirare definitivamente le somme, ma sembrerebbero vedersi i primi segnali positivi a seguito dei decreti ministeriali dei giorni scorsi. Sono cinque casi in più di Coronavirus a Faenza, ma i dati complessivi nella Regione Emilia-Romagna fanno ben sperare con un aumento di contagi in controtendenza rispetto ai giorni scorsi (261 casi di crescita in meno): è questo il bilancio diffuso sul numero dei contagi che arriva nella giornata di martedì 24 marzo. In provincia di Ravenna si è registrato un aumento di 26 casi di positività al Covid 19. Per quanto riguarda gli altri Comuni della Romagna Faentina, Castel Bolognese arriva a 12 casi (uno in più), un aumento viene registrato anche a Riolo Terme (quattro casi complessivi) mentre a Brisighella, Solarolo e Casola Valsenio non si registrano nuovi aumenti. Il totale complessivo nella Romagna Faentina sale dunque a 75 casi di positività.

Emilia-Romagna: segni di miglioramento al contenimento del contagio

Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, rispetto alla giornata di ieri, dai tamponi effettuati sono state riscontrate 719 positività in più (mentre nella giornata precedente furono ben 980).In tutto sono 9.254 i casi di positività al Coronavirus. Complessivamente, sono 3.992 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (323 in più rispetto a ieri); aumentano di poche unità quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 291, 15 in più rispetto a ieri. Ma crescono purtroppo i decessi, passati da 892 a 985: 93, quindi, quelli nuovi, di cui 66 uomini e 27 donne.

Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 558 (135 in più rispetto a ieri), 125 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 10 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 30 residenti nella provincia di Piacenza, 20 in quella di Parma, 17 in quella di Reggio Emilia, 11 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno del territorio imolese), uno in quella di Ferrara, 1 in quella di Ravenna, zero in quella di Forlì-Cesena e 9 in quella di Rimini.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.981 (96 in più rispetto a ieri), Parma 1.435 (71 in più), Reggio Emilia 1.437 (68 in più), Modena 1.354 (199 in più), Bologna 968 (di cui Bologna 776, 124 in più rispetto a ieri, e 192 Imola, 11 in più), Ferrara 190 (18 in più rispetto a ieri), Ravenna 368 (26 in più), Forlì-Cesena 437 (di cui 211 a Forlì, 35 in più rispetto a ieri, e 226 a Cesena, 22 in più), Rimini 1.084 (49 in più).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.