Casola Valsenio celebra Alfredo Oriani a 110 anni dalla scomparsa

In occasione del 110° anniversario della morte di Alfredo Oriani, la Fondazione Casa di Oriani, in collaborazione con il Comune di Casola Valsenio, associazione Alteo Dolcini e Archivio Eredi Aldo Spallicci, organizza l’iniziativa La voce “ritrovata” di Aldo Spallicci per Alfredo Oriani. Nel corso della serata, che si terrà al cinema teatro Senio di Casola con inizio alle ore 20.30, saranno trasmessi alcuni brani dell’audio originale della commemorazione tenuta da Aldo Spallicci in quello stesso teatro l’11 ottobre 1959, cinquantesimo della morte di Oriani. Nato a Faenza il 22 agosto 1852 e morto a Casola Valsenio il 18 ottobre 1909, Alfredo Oriani è stato uno dei più importanti scrittori e storici dell’Ottocento italiano.

I relatori dell’evento

Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti, del sindaco di Casola Giorgio Sagrini, dell’assessora alla Cultura del Comune di Ravenna Elsa Signorino e del direttore della Fondazione Oriani Alessandro Luparini, introduzione e commento al discorso di Spallicci saranno affidati rispettivamente al presidente della Fondazione Oriani, prof. Sandro Rogari, e al presidente dell’Istituto dei Beni Culturali dell’Emilia Romagna, prof. Roberto Balzani. Nell’occasione sarà annunciato pubblicamente l’inizio dei lavori di restauro del complesso museale del Cardello, dimora storica di Alfredo Oriani e monumento nazionale, promossi dalla regione Emilia-Romagna e cofinanziati dalla Fondazione Casa di Oriani.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.