Estemporanea di Tebano: vincono Hong Huynh e Tatiana Smirnova

Si è chiuso con successo il doppio evento artistico organizzato dall’associazione Acquerellisti Faentini in collaborazione col Polo di Tebano e l’associazione Amici del Fiume Senio: la quarta edizione dell’Estemporanea di pittura “La Vendemmia a Tebano” e il primo concorso di pittura “Art Aquae” lungo la linea del fiume Senio. Nella serata di domenica 8 settembre 2019, nella sede del Polo di Tebano sono stati assegnati i premi alle opere vincitrici, decretati dall’autorevole giuria composta dal pittore Pietro Lenzini, dall’assessore comunale alle politiche agricole Antonio Bandini, dagli studiosi, artisti e professori Patrizia Capitanio, Lorena Castellari, Daniele Cantoni e Maria Ilenia Pizzuto.

I vincitori dell’Estemporanea di pittura

L’Estemporanea di pittura di Tebano, evento ideato dal maestro Silvano Drei nel 2014, si svolta interamente nella giornata di domenica, dalle 10 alle 16.30. La giuria ha decretato vincitrice l’opera dell’artista di origine vietnamita Hong Huynh. Secondo posto per Pier Giorgio Drioli; terza Rossella Civolani. Segnalazioni per le opere di Francesco Panetta e Delvio Biserni. Per la categoria under 16, il primo premio è andato alla piccola Eva Garavello.

Concorso di pittura fiume Senio

L’opera di Tatiana Smirnova.

Per quanto riguarda il Concorso di pittura “Art Aquae” lungo la linea del fiume Senio, da Palazzuolo ad Alfonsine, i partecipanti hanno avuto tempo una settimana per realizzare la propria opera, da sabato 31 agosto a venerdì 6 settembre, in un luogo appartenente all’area geografica indicata. Il primo premio è andato all’artista di origini russe Tatiana Smirnova. Al secondo posto Rossella Civolani; terza Asia Galeati. Segnalazioni per le opere di Angelo Manucci e Stefania Dal Molin. La giuria ha poi assegnato una Targa speciale in memoria del maestro Silvano Drei ad un’opera considerata di particolare rilievo: il premio è andato all’acquerello realizzato da Tatiana Smirnova nell’ambito dell’Estemporanea di Tebano.

L’evento è stato curato dal professore Rolando Giovannini (presidente) e Roberto Ortali (vice-presidente) per l’Associazione Acquerellisti Faentini; da Domenico Sportelli e Silvio Marchi per l’Associazione Amici del Fiume Senio; da Laura Montanari per il Polo di Tebano.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.