Enpa Faenza parte civile al processo per l’abbandono dei 2 cuccioli, solo Calippo è sopravvissuto

Enpa Faenza si è costituita parte civile nel processo ai responsabili dell’abbandono di due cuccioli, avvenuto nel dicembre del 2017. Il processo inizierà lunedì 3 febbraio e ad assistere Enpa ci sarà l’avvocato Barbara Liverani. La storia aveva indignato migliaia di persone: in pieno inverno in via Merlaschio, nelle campagne faentine, furono ritrovati due cuccioli di cane di circa due mesi, abbandonati dentro una cassetta per la frutta, avvolti da una coperta.

L’episodio a dicembre 2017

Dei due, solo uno sopravvisse, chiamato poi Calippo, per il quale partì subito una gara di solidarietà che portò alla sua immediata adozione. I cuccioli furono ritrovati da una volontaria dell’Enpa, mentre le indagini successive hanno permesso di rintracciare i responsabili del gesto, una donna e un uomo. Enpa ricorda che per prevenire cucciolate indesiderate, bisogna sterilizzare le femmine: abbandonare i cuccioli è un atto incivile e di estrema sofferenza per gli animali; inoltre, chi sceglie di accudire un cane, deve avere la consapevolezza che si tratta di un nuovo membro della propria famiglia, e come tale ha bisogno di cure continue.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.