Donne e Shoah: storia di 4 poetesse alla Manfrediana

Il 27 gennaio 1945 venivano aperti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz e tutto il mondo rimase attonito di fronte all’orrore della “Shoah”. A Faenza la celebrazione ufficiale della ricorrenza è prevista nella giornata di venerdì 26 gennaio, ma il giorno precedente – giovedì 25 gennaio – il calendario del Giorno della Memoria propone un’altra iniziativa. Alle ore 20.30, nella sala Dante della Biblioteca comunale si terrà infatti la conferenza “Donne e Shoah. Storie di quattro poetesse”, organizzata dall’associazione culturale Augusto Bertoni in collaborazione con Acsè.

Donne e Shoah: storia di 4 poetesse alla Biblioteca Manfrediana

Il contesto storico dell’evento è a cura di Mattia Randi e Alberto Fuschini; Nicola Oriani e Chiara Cenni presenteranno le figure di Ilse Weber, Edith Bruck, Zuzanna Ginczanka e Nelly Sachs, quattro poetesse che attraverso i loro versi hanno raccontato il dramma della Shoah. Le letture delle poesie scelte sono a cura di Acsè. La conferenza sarà accompagnata da musiche e video del periodo. Interverrà la presidente del consiglio comunale Maria Chiara Campodoni. A moderare l’incontro sarà Samuele Marchi (Il Piccolo – BuonSenso Faenza).

Venerdì 26 gennaio le celebrazioni per ricordare la Shoah

Si prosegue con le celebrazioni venerdì 26 gennaio, invece, la celebrazione della ricorrenza dell’apertura dei cancelli di Auschwitz, con una serie di appuntamenti programmati nell’arco di tutta la giornata. Si inizia al mattino, alle ore 8.30, al cinema Sarti (via Scaletta 10), con la presentazione del progetto “Quegli autobus rossi e gialli”, a cura delle classi seconde dell’istituto Persolino-Strocchi. Introdurranno il professor Alessandro Fiori e alcuni allievi dell’istituto. A seguire, in collaborazione con Cinemaincentro, la proiezione del film Nebbia in agosto (Germania, 2016) di Kai Wessel.

La deposizione della corona di fiori sul lungofiume Amalia Fleischer

Alle ore 11.30, sul lungofiume Amalia Fleischer, l’Amministrazione comunale ricorderà la Shoah del popolo ebraico e tutte le vittime dei campi di sterminio nazisti con la deposizione di una corona di fiori al tempietto della Memoria. Sono inoltre previste letture a cura degli studenti delle classi quinte della scuola primaria Carchidio e testimonianze di ex alunni della scuola secondaria di primo grado Strocchi del viaggio della memoria sostenuto nell’aprile del 2017. La cerimonia vedrà la partecipazione del sindaco Giovanni Malpezzi, della presidente del consiglio comunale Maria Chiara Campodoni e del prof. Cesare Moisè Finzi.

In serata lo spettacolo teatrale su “La storia di Erika”

In serata, con inizio alle ore 21, nella sala Fellini (piazza Santa Maria Foris Portam 2) “Storie di resilienza tra canto corale, teatro e arte”, spettacolo teatrale di Leonardo Collina, tratto liberamente da “La storia di Erika” di Ruth Vander Zee, a cura degli studenti della classe seconda della scuola secondaria di primo grado Sant’Umiltà. Introduce la professoressa Giulia Zaniboni, coordinamento musicale del professor Mirko Nanni.

Rispondi