Un poster per raccontare presente e futuro: la call for artists del Distretto A di Faenza

In pieno periodo di emergenza Covid 19 e dopo l’annuncio di rimandare al 2021 l’appuntamento con Dawe, il Distretto A lancia una call per artisti, e non solo. «Diamoci dentro, scelto per celebrare i primi dieci anni di attività del collettivo faentino, resta il tema con cui i creativi vengono invitati a cimentarsi – spiegano gli organizzatori – L’impegno è uno solo ed è tassativo: non uscire di casa. Questo è il nostro piccolo pezzo di strada che dobbiamo fare per contrastare il contagio ed impedire così al Covid 19 di continuare ad espandersi». Con questo appello Distretto A si rivolge ad artisti, fotografi, grafici ed illustratori per raccontare con un loro poster l’impegno, la quotidianità stravolta oppure il futuro che si vorrebbe tornare ad avere. La scadenza di partecipazione è il 30 giugno 2020. 

«#diamocidentro – proseguono gli organizzatori – è anche l’occasione per dire grazie a tutti coloro che ora sono impegnati nella cura degli ammalati o nel far funzionare servizi e strutture necessari alla collettività e il modo per ricordare quelli che non ci sono più e per essere vicini alle loro famiglie. #diamocidentro è per tornare a vivere come prima. Anzi no .. meglio di prima!».

Il bando: 3 poster sul tema ‘Diamoci dentro’, per raccontare la quotidianità stravolta dal Covid 19

La partecipazione è aperta a street artist, artisti, grafici, fotografi, illustratori e, in generale, a chi si occupa di arte visiva in generale senza limite di età. I lavori che saranno inseriti in una galleria virtuale oltre che stampati per essere installati in uno spazio urbano nella città di Faenza Le opere possono essere realizzate con grafica vettoriale, illustrazione, fotografia, collage. Ciascun artista potrà inviare da 1 a 3 poster (opere). I poster devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa). Ciascun file deve pervenire in formato .pdf o .jpg. Le dimensioni finali dei poster devono essere tassativamente 70×100 cm (sia orizzontale che verticale) con risoluzione 300 dpi. I file (massimo tre) dovranno essere inviati a distretto.a@gmail.com. Il progetto è curato dall’arch. Bianca Maria Canepa. «#diamocidentro – proseguono gli organizzatori – è anche l’occasione per dire grazie a tutti coloro che ora sono impegnati nella cura degli ammalati o nel far funzionare servizi e strutture necessari alla collettività e il modo per ricordare quelli che non ci sono più e per essere vicini alle loro famiglie. #diamocidentro è per tornare a vivere come prima. Anzi no .. meglio di prima!».

Distretto A: i progetti selezionati formeranno un’installazione urbana

I poster verranno tutti pubblicati in una galleria digitale e quelli selezionati saranno utilizzati per la realizzazione un’installazione urbana, in centro storico a Faenza, che verrà presentata nell’ambito di un evento organizzato in occasione del decennale dell’associazione Distretto A – Faenza Art District. I nominativi degli artisti selezionati saranno resi noti entro 30 giorni dal termine di chiusura della call, attraverso la pubblicazione in un’apposita sezione del sito www.distrettoa.it

Diritti e regolamento

Gli autori dei singoli progetti sono gli esclusivi titolari dei relativi diritti di proprietà delle opere, della cui originalità si fanno garanti. Partecipando all’iniziativa, gli autori accettano inoltre implicitamente le regole della call stessa, ovvero l’esposizione temporanea delle opere all’interno degli spazi urbani e l’utilizzo delle stesse da parte dell’organizzazione per la promozione delle attività non commerciali dell’associazione Distretto A. Per iscrizioni ed informazioni scrivere a distretto.a@gmail.com.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.