#Digital4Food: come il digitale può aiutare la ristorazione in tempo di crisi

Se l’emergenza Coronavirus ha insegnato (e sta insegnando) qualche cosa, è certamente che la digitalizzazione non solo è molto utile, ma è anche una delle migliori risorse a cui molte attività possono ricorrere in tempo di crisi. Tanti sono, infatti, i settori che hanno saputo modificare le logiche standard di fornitura dei servizi e, utilizzando soluzioni alternative o l’on-line, hanno trovato il giusto modo di continuare a operare e non aggravare una situazione già di per sé non semplice.

Uno tra tutti: il settore della ristorazione. Ora più che mai, infatti, i ristoranti possono avvalersi di nuove tecnologie sia per migliorare la qualità del servizio sia per rivoluzionare totalmente l’esperienza dei clienti, offrendo loro avventure culinarie sempre più personalizzate e sorprendenti. Per molti imprenditori si tratta di un cambiamento clamoroso mentre per altri spesso si tratta di aggiungere qualche tassello in più a un processo di ristorazione 2.0 già iniziato, magari, diversi anni prima.

Ecco alcuni spunti per trasformare il proprio business .

La raccolta degli ordini

Già lo sappiamo, al giorno d’oggi, la presa degli ordini con carta e penna è storia del passato e ormai tantissimi ristoranti, chioschi o fast-food registrano gli ordini tramite gestionali digitali, palmari o tablet.

E per chi vuole allestire una raccolta ordini a distanza?

In questo caso, a ben pensarci, si può partire da un semplice numero di telefono abbinato a WhatsApp (preferibilmente in versione Business) per permettere ai clienti di inviare le richieste direttamente dal loro cellulare, con un investimento davvero minimo.

In alternativa si può allestire un modulo online, all’interno del sito web del ristorante, o in una pagina dedicata, rigorosamente “responsive”, ovvero adattabile ai tutti i vari dispositivi (desktop, laptop, tablet, smartphone), che genera un’e-mail o un SMS al gestore.

Per chi, invece, vuole offrire ai propri clienti una soluzione più completa, può adottare una vera e propria app personalizzata, che permette al ristoratore di impostare un menu dei prodotti da ordinare, evitando errori e gestendo in maniera ordinata le richieste in arrivo, indicando il prezzo da corrispondere e l’ora indicativa di consegna. Un ottimo esempio a riguardo a nostro parere è FoodApps4All.

Pagamenti più efficienti

Tanti imprenditori hanno già adottato piattaforme di pagamento digitali e, oltre ai già noti pagamenti contactless, sono moltissimi i servizi che possono essere messi a disposizione dei clienti per pagare il dovuto in modo facile, sicuro e veloce.

Sul mercato esistono vari strumenti che permettono di inoltrare i pagamenti senza che questi debbano essere gestiti direttamente da un membro del personale oppure che possono essere tranquillamente incassati utilizzando uno smartphone, come ad esempio l’ormai diffusissimo Satispay (integrabile anche in app e siti e-commerce).

Anche in questo caso, l’emergenza Covid-19 ha – in un certo senso – aiutato e reso gli italiani meno scettici verso i pagamenti digitali o l’utilizzo di servizi di e-wallet. Quale momento migliore di questo quindi per innovare anche a livello di pagamenti?

Il grado di soddisfazione dei tuoi clienti

Una volta pagato il conto, è importante conoscere l’opinione del cliente sul servizio offerto e sui piatti appena consumati.

Oltre ai noti siti e servizi di recensioni, oggi i ristoranti possono ricorrere a tecnologie che permettono ai clienti di compilare questionari sulla soddisfazione prima di uscire dal locale (ad esempio utilizzando Google Form o altre piattaforme specifiche), senza mettere in piazza i suggerimenti o le note ricevute.

Trasformazione digitale, non si può più aspettare!

Essere presenti all’interno dei contesti più frequentati dai clienti, generare contenuti digitali stimolanti e conquistare o attirare nuovi clienti con servizi diversi deve essere prioritario per qualunque ristoratore.

Social network, portali specializzati, il web e le app possono aiutare gli imprenditori della ristorazione a diventare parte dello stile di vita dei consumatori.

La concorrenza però, da questo punto di vista, è spietata e per questo motivo è indispensabile saper sviluppare delle strategie digitali appropriate nel più breve tempo possibile.

 

Questo articolo è stato redatto grazie alla consulenza con la Web Agency Progetto Aroma

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.