Dieta a Zona, Barry Sears a Faenza per un incontro con la cittadinanza

Negli ultimi anni il tema dell’alimentazione è rientrato fortemente nei dialoghi quotidiani. Gli aspetti principali dell’incontro riguarderanno sia la “qualità” di quello che mangiamo sia – e forse è l’aspetto più preponderante – “che cosa” e “come” in una logica volta a sottolineare come l’alimentazione sia connessa a stadi infiammatori del nostro sistema.

“Siamo ciò che mangiamo”

In questi termini la Farmacia Ospedale è ideatrice di un incontro che si terrà giovedì 10 novembre prossimo presso la Sala 4 del complesso ex-Salesiani , a cui parteciperà Barry Sears (link al suo website), noto biochimico statunitense e promotore a livello mondiale del metodo di dieta a zona; e Iader Fabbri, consulente nutrizionale sportivo a livello nazionale (link al personal website).

whatsapp-image-2016-11-05-at-21-21-42

La Dieta a Zona è un regime alimentare che mira al mantenimento di un livello di glicemia stabile nel sangue.

Il metodo fu inizialmente sviluppato per curare diabetici e cardiopatici, ma recentemente è stato applicato in ottica sportiva e in termini di prevenzione patologica, dato il suo effetto antinfiammatorio a livello sistemico.

Per fare questo Sears sostiene che le calorie di ogni pasto devono provenire per il 40% da carboidrati a basso indice glicemico (frutta, verdura..), il 30% da proteine (carne, pesce, soia ecc) e il restante 30% da grassi, preferibilmente vegetali insaturi (olio di oliva). L’utilizzo di questo sistema alimentare mantiene bassa l’insulina nel sangue, un ormone che agisce come un perfetto magazziniere che accumula zuccheri sotto forma di grasso nel nostro corpo. Se i pasti non sono ben bilanciati, troppo distanti, si produce molta insulina e quindi si aumentano le possibilità di trattenere grassi ed aumentare di peso.

“Esiste una letteratura scientifica di studi effettuati su pazienti e sportivi”

Il controllo della glicemia e dell’insulinemia significa focalizzarsi sulla qualità del cibo e il rispettivo effetto sull’organismo più che sulla quantità” spiega Iader Fabbri a Buonsenso@Faenza. “Esiste una letteratura scientifica di studi effettuati su pazienti e sportivi in doppio cieco (ndr. con o senza dieta a zona senza sapere a che regime si è sottoposti) che dimostrano l’efficacia del metodo.“ Continua il Dr.Fabbri: “ Ovvio che un fatto è riferirsi esattamente alle percentuali di Sears – che presenta un metodo generico- un altro è sposare il concetto, continuare a nutrirsi in maniera corretta ma agevole, rimanendo sul metodo ed evitando quindi di trasformarlo in un una tecnica dietetica fissa.

“Vorremmo sensibilizzare la cittadinanza a mangiare in modo equilibrato per far funzionare correttamente il nostro corpo”

“Noi crediamo che la farmacia abbia un notevole ruolo educazionale.” Ci spiega la Dott.sa Silvia Zoli della Farmacia Ospedale “Proprio per questo ci teniamo ad essere un punto di riferimento per chiunque abbia necessità di un consiglio mirato. Abbiamo voluto organizzare questo incontro perché vediamo persone sempre più precocemente a rischio di malattie cardiovascolari. per poter prevenire questi problemi l’alimentazione è fondamentale”

 

Appuntamento alle ore 20.30 presso la Sala 4 Faventia Sales – Ex Salesiani – Via Giovanni Bosco 1 – Ore 19.00 aperitivo di benvenuto

Info e prenotazioni: Farmacia Ospedale 0546-21059

Rispondi