Conoscere il terremoto: mostra e simulazioni di un sisma alla Galleria Molinella

Una mostra che ha l’obiettivo di portare a conoscenza dei cittadini le dinamiche del terremoto, e i probabili effetti sulle case e nei vari quartieri faentini, attraverso la combinazione di modelli che mettono in relazione la struttura del sottosuolo (pericolosità), le densità di popolazione (esposizione) e lo stato di conservazione delle case (vulnerabilità). Inaugura mercoledì 16 settembre alle ore la mostra “Conoscere il terremoto: piastrelle in ceramica per una visione artistica del terremoto” alla Galleria Comunale d’Arte Molinella di Faenza. Si metterà in evidenza , anche attraverso simulazioni, cosa può succedere a Faenza nel caso di un terremoto a distanza di 100 anni (caso più probabile) e a distanza di 500 anni. La mostra sarà visitabile fino sabato 26 settembre.

La mostra a cura della casa museo Raffaele Bendandi

Importante la collaborazione di enti specifici del settore come Comune di Faenza Servizio Territorio, Ingv Alessandro Amato e Maurizio Pignone, università di Siena Sezione Scienze della Terra Dario Albarello, Marco Peroni di Faenza, Graziano Ferrari Igv, Casa Museo Raffaele Bendandi. Verrà proposto agli artisti faentini e non (Roma, Milano, Ravenna e dintorni), di realizzare una formella 25×25 in ceramica che rappresenti gli effetti e/o le emozioni che può generare l’esperienza di un terremoto: i lavori pervenuti alla Casa Museo Raffaele Bendandi saranno esposti nella mostra alla Galleria della Molinella. L’obiettivo finale dell’esposizione è quello di collocare permanentemente le formelle in un luogo pubblico come da indicazioni dell’Amministrazione Comunale di Faenza.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.