I brisighellesi si raccontano: il 16 novembre ospiti i campioni di judo Collini e Rondinini

L’occasione di incontrare due sportivi che hanno portato tante medaglie a Brisighella e conoscere meglio il dietro le quinte dei loro successi: gli allenamenti, i sacrifici e le emozioni delle gare. La Memoria Storica “I Naldi – Gli Spada”, nell’ambito della rassegna “I brisighellesi si raccontano”, organizza un incontro pubblico con Mauro Collini e Tommaso Rondinini, campioni di judo che hanno conquistato recentemente le medaglie d’oro e di bronzo ai campionati europei e mondiali di kata. All’evento, che si terrà sabato 16 novembre alle ore 16 alla loggetta “Miro Fabbri” (via Naldi, 17) parteciperanno anche Umberto Suprani, presidente Coni Emilia-Romagna e Antonio Amorosi, presidente Fijlkam Emilia-Romagna; presenta l’appuntamento Olga Cicognani, Stella di bronzo al merito sportivo.

La storia del judo a Brisighella

Un pomeriggio per ripercorrere anche la storia del judo a Brisighella, che iniziò la propria attività il 14 dicembre 1985 come società “Judo Club Brisighella Libertas”. Con l’elezione del primo presidente Sauro Tassinari, la società trova sede con i propri tatami al piano terra delle scuole elementari di Brisighella e dal 1987 inizia a partecipare alle competizioni a carattere regionale e nazionale. Nel 2012 con la presidenza di Marina Lugatti, la società cambia gestione e passa all’attuale gruppo. Dal 2013 si è ripristinato il torneo giovanile e la società ha potuto confrontarsi con diverse realtà accogliendo con successo in più di un’occasione anche ragazzi con disabilità.

Nel 2018 in Messico hanno vinto l’argento ai Mondiali di Judo kata

La proficua attività agonistica della coppia Tommaso Rondinini (classe 1990) e Mauro Collini (classe 1979) inizia nel 2011, e nel corso degli anni arriveranno tante medaglie, prima nazionali e poi internazionali. Grande soddisfazione per lo sport brisighellese nell’ottobre 2018, in Messico, quando Collini-Rondinini conquistano l’argento ai Campionati del mondo di Judo kata (over 35), dopo aver vinto l’oro europeo. Impegno, sacrifici e fatica hanno permesso loro di centrare l’obiettivo, grazie al supporto del coach Cesare Amorosi. Ma l’attività del Judo Brisighella tra le file dei giovani atleti e non più giovani prosegue, anche con nuove promesse come Riccardo Dacci e Alex Cavina che nel 2019 si sono qualificati e hanno disputato il Campionato Europeo giovanile. E si arriva poi a vittorie ancora fresche: dopo essersi nuovamente laureati campioni lo scorso luglio agli Europei in Spagna, il duo Collini-Rondinini ha conquistato una medaglia di bronzo mondiale in Corea del Sud il 4 settembre scorso.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.