Cofra: fatturato sale a 55 milioni. Bene ferramenta e bricolage

Ferramenta e bricolage in crescita, fatturato che sale sfiorando i 55 milioni di euro, dieci nuove assunzioni. Sono questi i numeri presentati dal bilancio Cofra per il 2015, approvato all’unanimità dai circa 150 soci presenti all’assemblea annuale. «Abbiamo chiuso un 2015 con un risultato sicuramente positivo – afferma Celso Reali presidente di Cofra – raggiungendo un fatturato totale che sfiora i 55 milioni di euro. La ristrutturazione aziendale iniziata nel 2013, la capacità di distinguersi in un mercato sempre più difficile e il senso di appartenenza e responsabilità mostrato dai nostri dipendenti ci hanno permesso di arrivare a risultati più che evidenti. Un altro importante capitolo del bilancio è la forza lavoro, che si conferma con circa 220 dipendenti, contando 10 nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2015».

Bricofer a Faenza: buoni numeri anche per il 2016

Per il 2016 l’obiettivo di Cofra è consolidare i dati del biennio precedente: «Purtroppo il settore della grande distribuzione organizzata si trova, come molti altri, a dover sopportare la crisi – spiega il presidente – e le cause sono da ricercarsi nel calo dei consumi; nell’attenzione del consumatore, sempre più critico e informato nel fare acquisti mirati; nell’offerta eccessiva e troppo frammentata dei punti vendita e nell’aumento esponenziale della produzione che si scontra con la diminuzione dei consumatori. In un quadro come quello attuale è quindi evidente quanto l’efficienza e la capacità imprenditoriale di calarsi nel mercato siano essenziali».

Dati in crescita per ferramenta e bricolage: «I due punti vendita Bricofer di via Volta e del centro commerciale Le Maioliche – conclude Reali – stanno mostrando vivacità già nella prima metà del 2016, grazie alla scelta delle persone di affidarsi sempre più spesso al fai da te e alla piccola manutenzione e grazie all’assenza di nuova concorrenza nel mercato».

Rispondi