Ad Argillà 4 nuovi ingressi nell'”Unione europea della ceramica”

C’è chi all’Europa non sembra credere più – vedi quanto è successo in Regno Unito con la Brexit – e chi invece all’Europa continua a guardare per programmare il proprio futuro – vedi le 100 città europee unite dall’AEuCC (Associazione europea di cooperazione delle città della ceramica), l’ente che raggruppa le associazioni italiana, spagnola, francese e rumena delle Città della Ceramica. Sabato 2 e domenica 3 luglio 2016 si è tenuta ad Argentona, in Spagna, in occasione di Argillà Argentona, l’assemblea che ha deliberato l’ingresso di quattro nuovi componenti di associazioni ceramiche provenienti da Germania, Polonia, Portogallo e Repubblica Ceca. «Questa approvazione – commenta il senatore Stefano Collina, vicepresidente AEuCC – sarà sancita a Faenza in settembre, in una conferenza internazionale che si terrà durante Argillà Italia».

Richiesto il riconoscimento Unesco

Non solo nuovi ingressi. Dall’assemblea è emerso che l’AEuCC proseguirà intensamente anche le proprie attività di relazioni internazionali: in tale ambito si è deciso di promuovere una campagna per richiedere all’Unesco il riconoscimento della ceramica e ovviamente delle tecniche e competenze che la caratterizzano, come Patrimonio immateriale dell’umanità. «Anche in questo – commenta il vicesindaco Massimo Isola, presente all’assemblea – il ruolo di Faenza e l’esperienza maturata dal Mic (Museo Internazionale delle Ceramiche) come monumento testimone di una cultura di pace è stato di esempio e sarà fondamentale per il raggiungimento dell’importante obiettivo».

Buongiorno ceramica sempre più internazionale

Ma il ruolo internazionale della ceramica definito dall’assemblea di Argentona non si esaurisce qui. «In questa assemblea – continua Isola – abbiamo deciso insieme di dare una nuova funzione e un nuovo senso al Gruppo Europeo Città della Ceramica. Pur continuando ad essere un soggetto operante nell’ambito della progettazione europea, una sorta di intermediario fra la Commissione Europea e le Città della Ceramica, AEuCC sarà sempre di più un operatore attivo e protagonista in Europa, realizzando progetti e alimentando il dibattito pubblico sulla ceramica. Un risultato di soddisfazione per Faenza e per l’Italia è infatti la richiesta, da parte delle associazioni straniere, di poter partecipare a Buongiorno Ceramica, la manifestazione nazionale voluta da AiCC fin dal 2015 in tutte le 37 Città italiane di Antica Tradizione Ceramica e che nel 2017 verrà attuata anche nelle altre nazioni: un Good morning Ceramics di rilevanza Europea, che deriva dalla creatività e capacità progettuale italiana applicata alla promozione di questo settore»

Rispondi