Casola Valsenio: dalla Regione 900mila euro per tensostruttura e area camper

Il Parco della Vena del Gesso romagnola ha ricevuto un contributo di 900mila euro dalla Regione Emilia-Romagna (fondi Por-Fesr Asse 5), per un progetto complessivo da 1 milione e 200mila euro per opere e investimenti per il turismo e l’ambiente nei territori dei Comuni di Casola Valsenio, Riolo Terme, Casalfiumanese, Fontanelice e Borgo Tossignano. Per l’area di Casola Valsenio gli investimenti di questo progetto ammontano a 120mila euro.

Tecnostruttura: l’obiettivo è averla per la prossima Festa della Primavera

Di questi, 50mila euro saranno utilizzati per l’acquisto di una tensostruttura per feste e manifestazioni, in modo particolare per gli eventi dedicati alla speleologia, da montare nell’area dell’ex campo da basket ora in uso alla Pro-Loco. La struttura sarà idonea e garantita contro avverse condizioni climatiche quali neve, vento forte ed eventi sismici, con i coefficienti della zona di installazione.

Area camper per promuovere il turismo con Fondi Por-Fesr

Gli altri 70mila euro, invece, per la realizzazione di un’area camper attrezzata, con almeno sette posti, nel parcheggio di via Gramsci, fronte piscina, inclusa la riqualificazione e messa in sicurezza dell’intera area. Il Parco della Vena del Gesso romagnola ha già avviato la progettazione: i posti camper saranno realizzati, prevedibilmente, entro l’autunno 2019, mentre si sta lavorando per acquistare a breve la tensostruttura con la speranza di renderla disponibile già per la prossima Festa di Primavera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.