Casola Valsenio: dalla Regione 900mila euro per tensostruttura e area camper

Il Parco della Vena del Gesso romagnola ha ricevuto un contributo di 900mila euro dalla Regione Emilia-Romagna (fondi Por-Fesr Asse 5), per un progetto complessivo da 1 milione e 200mila euro per opere e investimenti per il turismo e l’ambiente nei territori dei Comuni di Casola Valsenio, Riolo Terme, Casalfiumanese, Fontanelice e Borgo Tossignano. Per l’area di Casola Valsenio gli investimenti di questo progetto ammontano a 120mila euro.

Tecnostruttura: l’obiettivo è averla per la prossima Festa della Primavera

Di questi, 50mila euro saranno utilizzati per l’acquisto di una tensostruttura per feste e manifestazioni, in modo particolare per gli eventi dedicati alla speleologia, da montare nell’area dell’ex campo da basket ora in uso alla Pro-Loco. La struttura sarà idonea e garantita contro avverse condizioni climatiche quali neve, vento forte ed eventi sismici, con i coefficienti della zona di installazione.

Area camper per promuovere il turismo con Fondi Por-Fesr

Gli altri 70mila euro, invece, per la realizzazione di un’area camper attrezzata, con almeno sette posti, nel parcheggio di via Gramsci, fronte piscina, inclusa la riqualificazione e messa in sicurezza dell’intera area. Il Parco della Vena del Gesso romagnola ha già avviato la progettazione: i posti camper saranno realizzati, prevedibilmente, entro l’autunno 2019, mentre si sta lavorando per acquistare a breve la tensostruttura con la speranza di renderla disponibile già per la prossima Festa di Primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.