Ca’ di Malanca: il 29 agosto evento sulla Brigata Garibaldi dedicato a Ivo Mazzanti

Anche in estate è importante fare memoria delle vite che hanno contribuito alla Liberazione. Ormai da diversi anni l’Associazione Ca’ di Malanca in collaborazione con le Sezioni Anpi di Brisighella, Faenza e Imola, organizza l’appuntamento di fine agosto a Ca’ di Malanca denominato “La 36ª Brigata Garibaldi ‘A. Bianconcini’ nelle valli del Sintria e del Rio di Cò”. Un modo per ricordare e approfondire la conoscenza degli eventi che caratterizzarono la permanenza della Brigata nei territori dell’alto brisighellese. Quest’anno la manifestazione è dedicata a Ivo Mazzanti, comandante del 2° Battaglione della Brigata, caduto l’11 ottobre del 1944 a Ca’ Gostino. Il 2° Battagliole era formato in gran parte dal Battaglione “Ravenna”, comandato a sua volta da Vittorio Bellenghi e Bruno Neri, fino alla loro tragica morte avvenuta a Gamogna il 10 luglio del 1944.

Il programma della giornata

La giornata avrà inizio alle 10.15 con l‘alzabandiera. Seguirà poi alle 10.30 la S. Messa officiata da Don Otello Galassi. Alle 11.30 verrà presentato il libro “Raymond Miles Maxfield, un americano a Malacappa nella Lotta di Liberazione”, di Adriano Bacchi Lazzari e Sandro Frabetti, con la partecipazione di Sandro Frabetti e la presentazione a cura di Angelo Emiliani. Alle 12.30 per il pranzo al sacco Ca’ di Malanca fornisce pane, piadine farcite, insalate, dolci, bevande, e caffè. Alle 14 l’appuntamento con “Ivo Mazzanti e il Btg Ravenna” nel quale interverranno Anna Testa, presidentessa dell’Anpi di Riolo Terme, e Francesca Merlini vice-sindaca del Comune di Riolo Terme. A seguire, alle 14.30 andrà in scena “L’ultimo posto”, opera teatrale ispirata alla drammatica storia di Ivo Mazzanti e alla Battaglia di Ca’ Gostino, di Alessandro De Francesco con Fay Guccini ed Emanuela Cenni e con il commento musicale di Elisa Gazzelli. A seguire, musica con i Daunbailò con Fay Guccini voce e percussioni, Elisa Gazzelli al violoncello, Alessandro De Francesco voce, chitarra e armonica.
E’ consentito l’ingresso nei locali del Centro di Documentazione della Resistenza e la visita alla mostra purché in possesso del green pass. La partecipazione avverrà nel pieno rispetto delle norme anti-covid, confidando nella massima collaborazione dei partecipanti.

Come raggiungere Ca’ di Malanca

Ca’ di Malanca si raggiunge a piedi seguendo i sentieri n. 505 Cai da Croce Daniele, n. 579 Cai da Purocielo, n. 2 Uoei da San Cassiano. E’ possibile arrivare anche in auto percorrendo la provinciale Brisighellese deviando per San Martino in Gattara in direzione Monte Romano – Ristorante Croce Daniele e proseguendo a destra per la strada sterrata di tre chilometri e mezzo.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne e poi in Italianistica e Scienze linguistiche all’Università di Bologna. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.