Il Cinema della Verità chiude il sipario con il docufilm Bagnini e bagnanti

Ultimo appuntamento, mercoledì 2 maggio 2018 alle ore 21, con l’edizione 2018 de “Il Cinema della Verità”, rassegna dedicata al cinema documentario ospitata al Ridotto del Teatro Masini. In programma il docufilm Bagnini e bagnanti. La rassegna è organizzata dal Comune di Faenza e Accademia Perduta/Romagna Teatri con il sostegno di Mic Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza e la collaborazione di cineclub Il Raggio Verde, Cinemaincentro, Associazione D.E-R Documentaristi Emilia Romagna, Società Cooperativa di Cultura Popolare e Festival Internazionale del Cinema Documentario “Premio Marcellino De Baggis” di Taranto. Il documentario che chiuderà quest’edizione sarà Bagnini e bagnanti diretto da Fabio Paleari e prodotto da 9.99 Films. L’ingresso è gratuito.

Il racconto di una figura diventata leggendaria

Bagnini e bagnanti racconta le avventure dei bagnini “sciupafemmine” dagli anni ’60 ad oggi. Nel corso degli anni ‘60 e ‘70, le spiagge italiane erano affollate di giovani ragazze provenienti dal centro e nord Europa: mentre le ragazze italiane si sentivano a disagio con tutto ciò che riguardava il sesso fuori dal matrimonio, queste ragazze mostravano ai ragazzi italiani un modo più emancipato di vivere l’amore. L’ideale del macho latino o latin lover o vitellone (qualsivoglia dire), era ed è perfettamente incarnato nella figura del bagnino, che dagli anni ‘60 è diventato leggenda, ispirando giovani ragazzi a seguire la stessa strada per il solo gusto di vivere una vita leggera e spensierata, con l’ambizione di collezionare decine (o centinaia) di ragazze durante l’estate.

Bagnini e bagnanti: il docufilm di Fabio Paleari e Luca Legnani

Bagnini e bagnanti è un viaggio di due anni alla ricerca di questi leggendari personaggi: Fabio Paleari e Luca Legnani hanno visitato le città balneari più rinomate e raccolto le migliori storie di bagnini che hanno speso tutta la loro vita a caccia di donne. Li hanno interrogati sulla loro vita, le loro amanti, il sesso e su come il loro rapporto con le donne è cambiato negli ultimi quarant’anni. E i bagnini si sono dimostrati molto più fragili e sensibili all’amore e alle donne di quanto si possa pensare o diano a vedere…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.