Automazione industriale: un incontro per conoscere case history nel faentino

Un momento di networking  per conoscere le imprese che operano all’interno dell’automazione industriale nel territorio dell’Unione della Romagna faentina. Martedì 7 novembre 2017, nella sede di Cna Faenza (via San Silvestro 2/1), alle ore 20.30 si terrà il quinto appuntamento organizzato nell’ambito del progetto “Il Futuro che c’è”, iniziativa che vuole mettere al centro gli interventi e le testimonianze di imprese che hanno sviluppato forti elementi di innovazione. Dopo avere affrontato la problematica della rete dei servizi al territorio, dei materiali compositi e mobilità del futuro, dell’ innovazione nella comunicazione/Ict, l’incontro – in programma martedì prossimo – verterà sul tema della “Sfida dell’automazione industriale”.

L’incontro nell’ambito di Il Futuro che c’è promosso da Cna Faenza

Nel corso della serata interverranno i rappresentanti di alcune aziende del territorio che presenteranno i loro “case history”: Gabriele Mazzotti, titolare dell’azienda “Phizero” di Castel Bolognese; Gianfranco Argnani, titolare dell’azienda “Elettronica GF” di Faenza; Daniele Zaccarelli, titolare della “Project Service” di Castel Bolognese. Sarà presente inoltre Marcella Contini, responsabile Dipartimento Politiche Industriali Cna Emilia Romagna.

Il progetto “Il Futuro che c’è” coinvolge aziende chiamate a presentare le loro attività e a condividere prassi di eccellenza, ma anche a evidenziare esigenze e a cogliere sollecitazioni utili allo sviluppo di relazioni economiche da cui possa trarre beneficio il tessuto imprenditoriale e l’intera collettività. Il programma e le modalità di adesione agli incontri – che proseguiranno fino a febbraio 2018 – è consultabile sul sito di Cna Ravenna.

Rispondi