Arena Borghesi: si comincia, 91 proiezioni estive ma il futuro è incerto

Da 120 anni esiste come spazio e da 35 è diventata appuntamento fisso per i faentini.“Estate” e “cinema” a Faenza significano soprattutto Arena Borghesi, il cinema all’aperto giunto alla trentacinquesima edizione che accompagnerà con 91 proiezioni, da giugno a settembre, le serate faentine in Viale Stradone 2. L’inaugurazione della stagione cinematografica 2016 è prevista giovedì 9 giugno alle ore 21:30 con la proiezione di “Miracolo a Milano” di De Sica, uno dei primi tentativi di ibridare il neorealismo con un altro genere, la favola. «Quest’anno presentiamo davvero un cartellone che non ha rivali – racconta Enrico Gaudenzi, presidente del Cineclub Raggio Verde, ai microfoni di Faenza Web Tv – dai grandi successi ai documentari passando per i film classici e film di genere. Inoltre sono tante le prime proiezioni per Faenza». Se il passato e il presente sono ricchi di soddisfazione, il futuro è incerto per quanto riguarda la rassegna cinematografica: a ottobre scadrà infatti il contratto con l’amministrazione comunale e fino ad allora non si avrà certezza se ci sarà “una prossima stagione all’Arena Borghesi”.

Spazio alla “periferia” nella rassegna del Cineclub

Quest’anno la tradizionale rassegna cinematografica curata dal cineclub “Il raggio verde” con la collaborazione tecnica di CinemainCentro, è dedicata al tema della periferia. La rassegna, dopo la proiezione del 9 giugno, proseguirà per tutti i lunedì di giugno e luglio e include titoli tra cui “Una giornata particolare” di Ettore Scola, “I vitelloni” di Federico Fellini e “Accattone” di Pier Paolo Pasolini, come sempre a ingresso gratuito. «Quello delle periferie – spiega Enrico Gaudenzi – è un tema che abbiamo provato a declinare in tanti modi, non solo attraverso i grandi classici del cinema ma anche con film appena usciti durante l’anno.

Arena Borghesi: 91 proiezioni nel 2016

Promozione del cinema d’autore ma anche riproposizione “del meglio” degli ultimi anni. Non mancheranno quindi le proiezioni di alcuni film pluripremiati come “Revenant / Redivivo” di Alejandro González Iñárritu, “Il caso Spotlight” di Thomas McCarthy, “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese e “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti. Grande spazio all’animazione, oltre ai film Disney (“Zootropolis” e “Inside out”), è stato riservato ampio spazio agli anime giapponese (“The Boy and the Beast” , “La tomba delle lucciole” e “Nausicaa della valle del vento”).

Cinque registi a presentare i propri film

Fiore all’occhiello di questa stagione sono i tanti incontri coi registi: saranno cinque nel corso della manifestazione. Si comincerà con Valerio Ciriaci che presenterà il suo documentario sul colonialismo italiano “If Only I Were That Warrior” il 14 giugno, giovedì 23 è il turno di Roberto Andò per “Le confessioni”, Matteo Rovere sarà in sala sabato 2 luglio per raccontare la realizzazione di “Veloce come il vento”. Concludono questi appuntamenti David Grieco per “La macchinazione” (giovedì 14 luglio, sulla morte di Pasolini) e Maria Sole Tognazzi con “Io e lei” (mercoledì 20 luglio). A questi cinque potrebbe aggiungersi un altro grande nome «Ma non diciamo ancora niente per scaramanzia» conclude il presidente del Cineclub.

Arena Borghesi: orari

L’apertura cancelli si avrà alle ore 20,45.
 Inizio proiezioni ore 21,30 (giugno e luglio) / 21,15 (agosto) / 21, 00 (settembre).
Prezzi dei biglietti:
5,50 euro intero,
5,00ridotto, 3,50 soci cineclub.
 Per informazioni è possibile conslutare il sito web del Cineclub Il Raggio Verde.

Un pensiero riguardo “Arena Borghesi: si comincia, 91 proiezioni estive ma il futuro è incerto

Rispondi