Arena Borghesi 2019: tutti i 75 film della stagione estiva a Faenza

Dai grandi classici del cinema alle ultime uscite passando per serate ed eventi in collaborazione con le associazioni del territorio. Partirà mercoledì 19 giugno 2019 con la visione di Full Metal Jacket la nuova stagione estiva 2019 dell’Arena Borghesi di Faenza, rassegna a cura, come negli ultimi anni, del cineclub Il Raggio Verde. Un appuntamento che da anni caratterizza l’offerta culturale di Faenza nei periodi estivi e che vive quest’anno un momento di transizione, con l’inizio dei lavori che daranno un nuovo volto a questi spazi dopo l’acquisizione del Conad: operazioni non senza polemiche da parte di varie associazioni ambientaliste per le modifiche che subirà il paesaggio storico di questi spazi (a fronte di un ampliamento del supermercato), ma ritenute necessarie per garantire un futuro a lungo termine dell’Arena estiva.

Spettacolare! I grandi classici gratuiti da vedere sul grande schermo

Nel frattempo “L’Arena Borghesi c’è” come recita il sottotitolo  di questa stagione, ed è più “Spettacolare” che mai, con un ricco ventaglio di titoli adatti alle varie fasce di pubblico che accompagneranno l’estate da giugno a settembre. Verranno riproposti anche quest’anno il lunedì sera i classici a ingresso gratuito, e la scelta dei film di questo filone si ricollega proprio al titolo “Spettacolare!”, con la grande apertura di Full Metal Jacket e, a seguire, vari capolavori della storia del cinema come Cuore Selvaggio di David Lynch (lunedì 24 giugno); La Grande Guerra di Mario Monicelli (lunedì 1° luglio); Manatthan di Woody Allen (lunedì 8 luglio); C’era una volta il west di Sergio Leone (lunedì 22 luglio); L’ultimo imperatore di Bertolucci (lunedì 29 luglio). «Abbiamo cercato di rimanere all’altezza delle richieste del pubblico e siamo molto contenti delle proposte di quest’anno – spiega Gabriele Lega, presiedente del cineclub – Nel tempo cambierà l’Arena, così come cambia il modo di guardare il cinema. Come cineclub abbiamo fatto un importante ricambio generazionale in questi anni, necessario per stare al passo con i tempi».

Il 13 luglio ospite Alessio Cremonini, regista di Sulla mia pelle 

Alessio Cremonini, regista del film su Stefano Cucchi.

Nel corso delle 75 serate di cinema scorreranno titoli ancora non passati a Faenza e il meglio delle proposte degli ultimi mesi. Ospiti poi nel corso della rassegna tre registi italiani che presenteranno i propri film: si tratta di L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca (venerdì 28 giugno); Sulla mia pelle di Alessio Cremonini (sabato 13 luglio); Il campione di Leonardo d’Agostini (giovedì 18 luglio).

Come spiega il presidente del cineclub: «l’Arena Borghesi vuole essere uno spazio che si apre anche a diverse realtà del territorio, diventando così luogo di dialogo tra il cinema e altre realtà». Nascono così collaborazioni, come quella con l’Ordine degli Architetti, che porterà in proiezione film a tema, come Palladio mercoledì 24 luglio, con la presenza anche di un relatore.  Non solo cinema, ma anche serate speciali con ospiti come Antonio Gramentieri, che tratterà il tema delle colonne sonore, e Lorenzo Travaglini che musicherà dal vivo film di Méliès, Buñuel e Clair. Tra le collaborazioni con altre associazioni: Genitori Ragazzi Down, Asp, Consulta degli stranieri, Papa Giovanni XXIII, Lgbt+, Gruppo astrofili, Sos donna.

“Una rassegna capace di costruire il pensiero di tutta la comunità faentina”

«Si tratta di una stagione che prende il via in un momento particolare per questi spazi, l’Arena Borghesi sta vivendo infatti una situazione transitoria – spiega il vicesindaco Massimo Isola – L’inizio della stagione estiva cade al termine del primo step di riorganizzazione urbanistico degli spazi dell’Arena: questa sarà la stagione nella quale progetteremo il futuro. Per restare però al presente, anche quest’anno – prosegue il vicesindaco – portiamo a Faenza un progetto ricco di senso. Non è solo un luogo legato all’intrattenimento, ma è un tassello chiave della costruzione del pensiero di tutta la comunità, che propone titoli che cercano di guardare ad ampi settori della nostra società». «Abbiamo sempre creduto in questi anni nell’arte cinematografica – aggiunge Benedetta Diamanti – e oggi Faenza rappresenta una situazione singolare nel territorio. A Faenza è presente una multisala cinematografica, ma si sono conservati al tempo stesso più cinema tradizionali nel centro storico, e a questi si aggiunge una bellissima arena estiva, capace di proporre una rassegna di elevatissima qualità, rivolta a tutti i cittadini che restano in città durante il periodo estivo».

Orari e prezzi

Nei mesi di giugno e luglio le proiezioni inizieranno alle 21.30; nei mesi di agosto e settembre alle 21.15. Il biglietto d’ingresso ha un costo di 6 euro; ridotto 5 euro; soci cineclub 2019 4 euro. Da quest’anno ingresso speciale per i giovani under 25 (tutti i giorni, esclusi sabato e domenica) a 3 euro. Tesseramento come socio ordinario al cineclub Il Raggio Verde 12 euro; Socio sostenitore 15 euro.

I 9 film consigliati da Buonsenso@Faenza a cura di Alessandro Leoni

Arena Borghesi 2019: i film

Giugno
mercoledì 19 giugno Full Metal Jacket Stanley Kubrick
giovedì 20 giugno Ancora un giorno Raúl de la Fuente, Damian Nenow
venerdì 21 giugno Ben Is Back Peter Hedges
sabato 22 giugno Dumbo Tim Burton
domenica 23 giugno Opera senza autore Florian Henckel von Donnersmarck
lunedì 24 giugno Cuore selvaggio David Lynch
martedì 25 giugno L’educazione di Rey Santiago Esteves
mercoledì 26 giugno Torna a casa, Jimi! Marios Piperides
giovedì 27 giugno Girl Lukas Dhont
venerdì 28 giugno L’uomo che comprò la luna Paolo Zucca
sabato 29 giugno Ricordi? Valerio Mieli
domenica 30 giugno Green Book Peter Farrelly
Luglio
lunedì 1 luglio La grande guerra Mario Monicelli
martedì 2 luglio Libero Michel Toesca
mercoledì 3 luglio Le invisibili Louis-Julien Petit
giovedì 4 luglio Peterloo Mike Leigh
venerdì 5 luglio Santiago, Italia Nanni Moretti
sabato 6 luglio Old Man & the Gun David Lowery
domenica 7 luglio Vice – L’uomo nell’ombra Adam McKay
lunedì 8 luglio Manhattan Woody Allen
martedì 9 luglio Up & Down – Un film normale Paolo Ruffini, Francesco Pacini
mercoledì 10 luglio Koolhaas Houselife Ila Bêka, Louise Lemoine
giovedì 11 luglio Treno di parole Silvio Soldini
venerdì 12 luglio Un Valzer tra gli scaffali Thomas Stuber
sabato 13 luglio Sulla mia pelle Alessio Cremonini
domenica 14 luglio Spider-Man – Un nuovo universo Bob Persichetti, Peter Ramsey, Rodney Rothman
lunedì 15 luglio Narciso nero Michael Powell – Emerich Pressburger
martedì 16 luglio I figli del fiume giallo Jia Zhangke
mercoledì 17 luglio Bauhaus Spirit – 100 anni di Bauhaus Niels Bolbrinker, Thomas Tielsch
giovedì 18 luglio Il campione Leonardo d’Agostini
venerdì 19 luglio Il venerabile W. Barbet Schroeder
sabato 20 luglio Bohemian Rhapsody Bryan Singer
domenica 21 luglio Il traditore Marco Bellocchio
lunedì 22 luglio C’era una volta il west Sergio Leone
martedì 23 luglio La favorita Yorgos Lanthimos
mercoledì 24 luglio Palladio Giacomo Gatti
giovedì 25 luglio Museo – Folle rapina a Città del Messico Alonso Ruizpalacios
venerdì 26 luglio Il verdetto Richard Eyre
sabato 27 luglio Bangla Phaim Bhuiyan
domenica 28 luglio Tutti lo sanno Asghar Farhadi
lunedì 29 luglio L’ultimo imperatore Bernardo Bertolucci
martedì 30 luglio Occhi magnetici: Méliès, Buñuel e Clair Méliès, Buñuel e Clair – musicati dal vivo
mercoledì 31 luglio Border – Creature di confine Ali Abbasi
Agosto – Settembre

programmazione arena agosto settembre

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.