Alcatraz – Una storia senza tempo: a Castel Bolognese lo show dei creatori di Psychiatric Circus

Parte da Castel Bolognese il debutto di “Alcatraz – Una storia senza tempo”, il nuovo spettacolo di circo-teatro firmato dal cast e dai registi di Psychiatric Circus. Lo show della compagnia diretta dalla famiglia Bellucci-Medini, occuperà i tendoni installati in via Emilia Ponente dal 7 al 17 settembre, con l’obiettivo di conquistare gli spettatori e replicare le 16mila presenze registrate lo scorso anno proprio nella cittadina romagnola. Il collettivo di acrobati e attori torna questa volta con un esilarante e irriverente show ambientato tra le mura della celebre prigione di Alcatraz, regalando uno spettacolo che vuole stupire lo spettatore ma anche farlo riflettere.

 

Storie grottesche e suggestioni per reagire col sorriso alla brutalità dell’animo umano

“Il nostro intento è quello di proporre uno show dalle tinte forti che però riesca a coinvolgere e divertire il pubblico – spiega Sandy Medini, direttrice artistica e regista. Acrobatica, Teatro e Cabaret rappresentano i punti chiave dai quali partire per raccontare storie grottesche, esperienze amare che prendono forma attraverso immagini poetiche e suggestive, capaci di emozionare. Senza dimenticare, però, che accanto alla brutalità dell’animo umano, si possa reagire anche attraverso il sorriso”. Così, dopo i successi e le repliche da decine di migliaia di spettatore registrati con Psychiatric Circus, il nuovo show punta nuovamente sull’equilibrio tra gioco e riflessione. Lo spettacolo, vietato ai minori di 14 anni, può contare su un ricco cast internazionale di acrobati, artisti circensi e attori, tra cui Alberto Gamberini, attore teatrale che ha lavorato per dieci anni con Paolo Poli.

 

Uno show a metà tra circo e teatro che si muove a tempo di rock

Due ore di show con tanta interazione con il pubblico, in cui non mancheranno colpi di scena scanditi da una colonna sonora con musiche originali a tinte rock. Lo spettacolo racconta le vicende dei detenuti di “Psychiatric-Alcatraz”, persone trasformate in codici e corpi che subiscono abusi e soprusi, fino a diventare contenitori vuoti. La domanda che si pone e ci pone lo spettacolo è: chi è all’interno di quelle mura il vero criminale? Chi disobbedisce alle regole della società o un’istituzione contraddittoria e ipocrita che si prefigge lo scopo di punire senza sofferenza? Tra un colpo di scena, un sussulto e una risata, al pubblico non rimane che una certezza: la prigione di “Alcatraz” è un labirinto e solo chi sentirà il rumore del cancello chiudersi alle spalle, capirà che la sua vita è finita.

Per info: http://www.psychiatricircus.com/.

Orari spettacolo: dal lunedì al sabato alle 21:30 (martedì giorno di riposo), la domenica alle ore 19:30. Durata spettacolo: 2 ore più 40 minuti di pre show.

Rispondi