Al Museo del Risorgimento Alberto Cassani presenta il romanzo “L’uomo di Mosca”

Un romanzo che pazia tra la spy story, il diario intimo, la riflessione politica e il racconto della vita cittadina. Venerdì 16 novembre, alle ore 18, Alberto Cassani sarà ospite del Museo del Risorgimento e dell’età contemporanea di Faenza, nell’ambito della rassegna “Questo Novecento”, per presentare il suo primo romanzo L’uomo di Mosca. A intervistare Alberto Cassani sarà il giornalista ravennate Alberto Mazzotti. Introdurrà l’incontro il vice sindaco e assessore alla cultura Massimo Isola. Interverrà, inoltre, Angelo Emiliani, storico e giornalista, che nelle sue ricerche locali si è spesso imbattuto in tematiche prossime alle “questioni” narrate nel romanzo.

“Un romanzo che vede la Romagna in primo piano”

«Siamo contenti di ospitare Alberto Cassani – afferma il vice sindaco Massimo Isola – con il quale abbiamo costruito importanti collaborazioni nel tempo. Alberto ha guidato il percorso di candidatura di Ravenna a Capitale europea della cultura, e lo ha fatto coinvolgendo il sistema Romagna e Faenza. Con il nostro tessuto creativo abbiamo contribuito in modo deciso alla realizzazione di quell’importante cammino, che ci ha appassionato e ci ha fatto crescere, dal punto di vista progettuale e di visione culturale. Ora lo ritroviamo in un’altra veste, quella di scrittore, e presentiamo il suo primo romanzo».

Si tratta del 1° romanzo per l’ex assessore di Ravenna, Alberto Cassani

«Un romanzo – continua Isola – che nella trama vede la Romagna in primo piano, attraverso la storia della voce narrante e dei principali protagonisti. L’uomo di Mosca è una occasione per riflettere insieme su una parte della storia politica, sociale e culturale della nostra provincia, dalla Seconda guerra mondiale ai giorni nostri. Una occasione seria, che nasce da un romanzo profondo e appassionante, nel quale l’intreccio narrativo ama intrecciare i fili della grande e della piccola storia, dentro i grandi confini europei. Non è un caso, quindi, che il libro venga presentato a Palazzo Laderchi, nelle sale del Museo del Risorgimento e dell’età contemporanea».

“L’uomo di Mosca” è stato edito nella collana Romanzi e Racconti della Baldini Castoldi nel 2018.
Il successivo appuntamento con la rassegna “Questo Novecento” è programmato domenica 2 dicembre, alle ore 10.30, con la presentazione della ricerca “Le leggi razziali a Faenza”. Introdurrà la giornata il rabbino capo di Ferrara Luciano Caro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.