Trade Machines: sbarca in Italia il motore di ricerca per macchinari usati

Macchinari usati per l’agricoltura comodamente a portata di click: è questa la grande intuizione sviluppata da Trade Machines, azienda tedesca che ha realizzato un motore di ricerca in grado di aiutare gli utenti a trovare sul web lo strumento giusto al prezzo più conveniente. Dai trattori di ultima generazione ai tosaerba professionali passando per carrelli elevatori e gru industriali: tutto quanto è necessario per sviluppare la propria azienda in un’ottica di “agricoltura 4.0” è possibile trovarlo su Trade Machines. L’azienda, attiva dal 2013, si sta espandendo anche sul mercato italiano e vuole diventare un punto di riferimento e-commerce a supporto delle aziende agricole.

Lo sviluppo del mercato dell’usato online

Il portale Trademachines.it permette di acquistare macchinari dell'usato per l'agricoltura.
Il portale Trademachines.it permette di acquistare macchinari dell’usato per l’agricoltura.

Il mercato dell’usato online è stato, fino a pochi anni fa, frammentario e poco strutturato. Nel corso degli anni sono apparse diverse piattaforme per cercare di ovviare a questa mancanza di organizzazione, ma solo in tempi recenti sono stati sviluppati motori di ricerca creati ad hoc per le esigenze di questo mercato. L’esempio di Trade Machines è paradigmatico: vengono listate e catalogate aste per macchinari usati, consultabili grazie a un apposito strumento presente sul sito. La corsa al rinnovo delle attrezzature da un lato e la vendita di macchinari causa fallimento dall’altro, hanno generato un costante aumento di inserzioni presenti sul web, dando modo a molti agricoltori di reperire articoli a prezzi abbordabili. «Operiamo come una sorta di Google per i macchinari industriali – spiega Diego Parravano, Marketing Manager di Trade Machines – offriamo uno spazio all’interno del nostro portale sia per chi vuole vendere i propri prodotti e sia a chi li cerca». In questo modo viene garantita un’ampia offerta di prodotti e al tempo stesso prezzi abbordabili per innovare giorno dopo giorno la propria azienda agricola.

Trade Machines: il portale è online in 50 Paesi

I due fondatori di Trade Machines
I due fondatori di Trade Machines, Heico Koch e Wieland Knodel.

L’azienda ha sede a Berlino ed è nata ad inizio 2013 grazie all’intuizione di due ingegneri meccanici il fondatore e AD Heico Koch, assieme al suo socio Wieland Knodel. «Entrambi hanno visto una grande opportunità sul mercato online – spiega Diego Parravano – e da dieci dipendenti che eravamo all’inizio adesso siamo diventati una quarantina». Vincitrice del tedesco Silicon Valley Accelerator, Trade Machines è sbarcata sul mercato online da novembre 2013 con l’obiettivo di costruire la piattaforma più grande al mondo per le aste industriali online. Nel giro di poco tempo Trade Machines si è sviluppata ed è cresciuta attivandosi in cinquanta Paesi in tutto il mondo ed ha aperto il mercato statunitense nel primo trimestre del 2015. Ora c’è anche l’Italia tra le aree di espansione di Trade Machines. «La grande sfida peril futuro – conclude Diego Parravano – è cercare di riuscire a coprire diversi settori industriali: non siamo noi a decidere le proposte che seleziona la piattaforma per cui dobbiamo essere sempre pronti a garantire le ultime novità ai nostri utenti». Il portale può essere così un’occasione per le tante aziende agricole italiane di innovare la propria strumentazione trasformando l’”agricoltura 4.0” non solo in un buon proposito ma in una realtà effettiva.

Rispondi