Raggisolaris e Basket 95 in Ghana per un progetto di solidarietà

Tendere una mano ai più bisognosi grazie allo sport, capace di riscattare povertà e carenza di servizi. La Raggisolaris Academy e il Basket 95 di Faenza sono arrivati fino in Ghana per aiutare i bambini meno fortunati donando loro materiale sportivo che potranno utilizzare per le loro attività. Le divise complete con canotta e calzoncini sono state regalate al progetto Dunk, organizzazione non governativa che si occupa dei minori dagli otto ai diciotto anni che vivono nei quartieri più poveri della capitale ghanese Accra (Nima e James Town), coinvolgendoli in attività didattiche e sportive. Proprio la pallacanestro è una delle discipline che attrae particolarmente bambini ed adolescenti, tanto che la squadra è composta da ben 25 atleti.

Progetto Dunk: anche la faentina Francesca Bolzon coinvolta nel sostegno scolastico

Non solo basket e attività sportiva. Dunk fornisce ai componenti dell’associazione anche sostegno scolastico pomeridiano grazie ad insegnati volontari (sono una quarantina provenienti da tutto il mondo) e tra questi c’è anche la faentina Francesca Bolzon, che da qualche mese vive in Ghana con il marito. La collaborazione tra l’Academy e la Dunk è nata grazie a Filippo Bolzon, compagno di squadra di Andrea Baccarini e Filippo Raggi nelle giovanili della Banca Popolare di Faenza, che ha messo in contatto la sorella Francesca con il responsabile delle giovanili Raggisolaris Cristian Fabbri. «I giovani cestisti – scrive la squadra di basket faentina in un suo comunicato stampa – sono stati talmente entusiasti di ricevere le canotte dell’Academy, simili a quelle dei veri giocatori di pallacanestro, da indossarle senza neanche togliere il cartellino dello sponsor tecnico, come si vede anche nella foto. Questa donazione ha riempito d’orgoglio tutta l’Academy, da sempre in prima linea riguardo ai progetti benefici, e a breve ci saranno altre iniziative a favore della Dunk». Per avere informazione sul progetto Dunk è possibile consultare il sito internet dell’iniziativa.

Rispondi