Tra cibernetica e didattica: Brisighella omaggia l’artista Pino Parini

Definirlo “pittore” è riduttivo, dato che la sua opera spazia tra cibernetica e arte, ricerca e didattica. La Memoria Storica di Brisighella “I Naldi – Gli Spada” in occasione della Festa del Monticino omaggia il concittadino Pino Parini con due incontri nel pomeriggio di venerdì 9 settembre 2016. Alle ore 18, Foyer del Teatro Pedrini, nel Municipio di Brisighella, si svolgerà la tavola rotonda “Pino Parini: fra arte cibernetica e didattica”, interverranno, oltre allo stesso Pino Parini, Egisto Pelliconi, vice presidente de “La Memoria Storica di Brisighella”, Davide Missiroli, sindaco di Brisighella, Franca Fabbri, docente dell’Accademia di Belle Arti di Rimini e coordinerà la tavola rotonda Gianclaudio Lopez, esperto di comunicazione, autore di testi per trasmissioni televisive, studioso di cibernetica. In precedenza, alle ore 17 alla Loggetta “Miro Fabbri” (Via Naldi, 17) sarà inaugurata a Brisighella la mostra “Fra arte cibernetica e didattica” con la sintesi del lavoro che il professor Parini ha svolto per tutta la vita e dove una buona parte è dedicato alla didattica una dimensione scientifica rilevante così da dare alle giovani generazioni una ulteriore capacità di lettura e di fruizione dell’opera d’arte.

Pino Parini: collaborazioni con Silvio Ceccato e Lucio Fontana

pino_parini__gruppo_v
Pino Parini all’epoca della ricerca artistica del Gruppo V

Pino Parini e il cardinale Achille Silvestrini, coetanei, sono due personaggi importanti per la vita culturale di Brisighella ancora impegnati nei loro campi di attività. Nasce nel 1924 e si diploma nel 1948  all’Accademia di Belle Arti di Bologna in pittura e scenografia. Parini nel 1959 entra a far parte della Scuola Operativa Italiana collaborando con lo scienziato Silvio Ceccato nel gruppo di Cibernetica dell’università di Milano. Negli anni ’60 assieme ad un gruppo di pittori e scultori riminesi fonda il Gruppo V con il fine di studiare i rapporti fra arte e cibernetica operando a stretto contatto con lo scienziato Silvio Ceccato e con l’artista Lucio Fontana. Parini insieme con insigni ricercatori prosegue la ricerca iniziata con Ceccato fondando a Rimini, dove vive, nel 2012 il Gruppo Operazionista di ricerca Logonica. La sua rilevante attività didattica è testimoniata sia dal ricordo dei suoi alunni che da alcuni importanti libri di testo quali “Dallo stereotipo alla creatività” e “Percorsi dello sguardo”.

La mostra, con la vendita del libro, rimarrà aperta fino al 2 ottobre 2016 tutti i sabati e le domeniche dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 19 e a richiesta.

Rispondi